Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Living With Lions – Island

2018 - No Sleep Records
pop punk / punk rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. All The Same (Intro)
2. Second Narrows
3. Tidal Wave
4. Dusty Records
5. The Remedy
6. On A Rope
7. Interlude
8. Plastic Flowers
9. Night Habits
10. Hastings Sunrise
11. Another Ordinary Summer
12. Island


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Quante volte, di fronte a un ritornello in clean estremamente catchy, unito ai “soliti tre accordi”, ci si è dovuti scontrare con la trita e ritrita alzata di spalle collegata – purtroppo – alla frase “Fanno pop-punk, come i Blink 182 …”? Innumerevoli, e spesso immeritate. Nonostante i molti tentativi mediocri di avvicinare le schitarrate tipiche del punk rock a quell’ambientazione di stampo festaiolo e talvolta strappalacrime in stile “The O.C.”, è necessario dare credito a una certa schiera di band del recente passato musicale di averci saputo fare, e non poco, con questa un tempo azzardata miscela.

I Living With Lions fanno parte di questa squadra, che come altri colleghi accomunati da sonorità “spiaggesche”, ha tuttavia il proprio headquarter ben lontano dai surf e dai bikini californiani: terra d’origine è infatti il Canada, area di competenza anche di quei Like Pacific che tanto, e meritatamente, stanno facendo parlare di sé.

Spariti dai radar dal 2013, e quindi debitamente dimenticati dai più, i Living With Lions sono fortunatamente ricomparsi con un disco che ha tutto il sapore di una bella rivincita nei confronti di chi li aveva dati per spacciati. Merito anche della No Sleep Records che si è presa sulle spalle la volontà del quintetto di Vancouver di voler tornare a sbriciolare cuori con un mix di allegria in stile college e depressione post-rottura con la fidanzatina storica.

Nonostante tutto possa portare a facili associazioni di idee – vedi sopra -, le dodici tracce di “Island” si smarcano nettamente dai padrini del passato, abbracciando in tuttotondo il sound della modernità e del rinnovamento: dai già citati Like Pacific ai Real Friends, dai The Story So Far ai Belmont, si vanno a superare i canoni standard per coinvolgere quante più sfaccettature possibili.

Il pop-punk è sempre stato un ossimoro musicale che tuttavia continua a toccare le giuste corde e i giusti punti in milioni di ascoltatori, e talvolta anche un ritorno, come può essere quello dei Living With Lions, può dare nuova linfa a un genere che non sembra affatto l’ombra di sé stesso, se ascoltato con cura. La band, con ormai undici anni di attività alle spalle, impacchetta tutti gli elementi tipici del proprio repertorio, riuscendo tuttavia a dare quella marcia in più quando serve: il cambio della guardia alla voce (dopo l’abbandono da parte di Stu Ross) rende “zuccheroso” il tutto, ma mai troppo esasperante, grazie soprattutto al lavoro di fino fatto dal resto del gruppo.

Second Narrows, Tidal Wave, Another Ordinary Summer e la title track Island garantiscono una certa continuità a tutto il full length, segnalando agli inseguitori e ai competitor che i cinque di Vancouver sono vivi e vegeti.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni