Impatto Sonoro
Menu

Interviste

Intervista agli ALIEN ANT FARM

Alien Ant Farm

Il prossimo 16 febbraio al Rock Planet di Pianarella di Cervia (RA) si esibiranno due delle band che hanno segnato il nu metal negli anni 2000 ovvero Alien Ant Farm e P.O.D. (qui la nostra news). Ai nostri microfoni abbiamo Terry Corso, chitarrista degli Alien Ant Farm che ci racconta un po’ di cose su di lui sulla band e sulla loro musica.

È un piacere parlare con voi ragazzi! Siete felici di tornare in Italia? Avete intenzione di riempirvi la pancia con pizza, pasta e vino?

In realtà lo facciamo normalmente anche a casa! Siamo stati ??in Italia in tour una sola volta, anni fa a Milano. Siamo davvero entusiasti di tornare finalmente. Per me è ancora più speciale visto che mio padre è romano!

Parliamo del vostro ultimo lavoro “Always And Forever“, che cosa significa per voi questo disco? Voglio dire, è un ottimo disco con dei gran spunti sperimentali, come avete scritto questi pezzi?

Si tratta del primo disco scritto con dei co-autori e con dei gran interpreti. Metà del disco è scritto in collaborazione con loro e metà è scritto solo da noi. Penso che sia molto evidente quali pezzi sono nostri e quali no. Ci siamo impegnati molto per uscire dalla nostra zona di confort e cimentarci in alcuni stili più contemporanei. Essere una band che ama cavalcare i generi e sperimentare con diversi stili ha reso il lavoro piuttosto interessante e divertente. Mi ha fatto sentire bene nel dispiegare le mie ali come songwriter. Ci sono canzoni che amo su questo disco e, per la prima volta nella mia carriera, canzoni di cui non mi interessa e che continueranno a non interessarmi. Sfortunatamente, questo disco rappresenta un punto orribile nella nostra carriera a causa della terribile, illegittima etichetta discografica per cui abbiamo accidentalmente firmato, che ha quasi affondato la band. Se potessimo tornare indietro e farlo diversamente, lo faremmo. Triste ma vero.

C’è un artista o una canzone o un album specifico che ha ispirato questo disco? Cosa stavi ascoltando quando stavi componendo le canzoni di “Always And Forever“?

Un sacco di punk rock e metal. Ho ascoltato hardcore, metal e punk per tutta la mia vita e continuo ad ascoltare questi generi. Penso che in alcuni punti si noti dal mio stile chitarristico, se presti attenzione. Tuttavia, quando si tratta di songwriting, non mi attengo a nessun certo stile o genere. La musica è troppo universale e tutto è possibile. Scrivere questo disco è stato un leggero sovraccarico di musica pop per me. Quindi nel mio tempo libero avevo bisogno di musica pesante, spericolata e spericolata per pareggiare il mio cervello.

È passato qualche anno dal vostro ultimo album in studio (“Up In The Attic” del 2016), cosa è successo nel frattempo? Avete suonato musica tutto il tempo o avete fatto qualcos’altro?

In realtà l’ultimo album in studio è “Always And Forever” (2015) ma in effetti è passato tanto tempo, troppo tempo passato ad aspettare una nuova uscita. Penso che le cazzate che siamo stati costretti a fare per fare e pubblicare quel disco ci abbiano segnato un po’. Abbiamo per le mani un sacco di nuovo materiale, ma ci per un po’ ci siamo sentiti riluttanti nel pubblicarlo. Forse è una sorta di disturbo da stress post-traumatico musicale. Abbiamo girato molto da allora. Cercando di pagarci le bollette.

Ho una domanda a cui non puoi sfuggire temo. Quanto è grande l’ombra di quella cover di Michael Jackson? Ancora una delle tue canzoni più famose, come vi sentite ora a riguardo?

Non credo ci sia un’ombra. Oltre ad essere un grande fan di MJ, la nostra cover di quel pezzo mi ha portato alcuni dei momenti più significativi della mia vita. Non solo, fa sorridere e rende felici le persone quando la sentono. Non potrei mai essere dispiaciuto o qualcosa del genere riguardo alla cover di Smooth Criminal. Cosa più importante penso che chiunque abbia ascoltato quella canzone e abbia avuto il tempo di esplorare quello che siamo veramente sia rimasto piacevolmente sorpreso dalle nostre capacità come musicisti e scrittori. Se poi non ci provano nemmeno e scelgono di limitare la loro ricerca, perché me ne dovrebbe importare? Peggio per loro.

Se potessi cambiare il passato, c’è qualcosa che avresti fatto diversamente in tutta la tua carriera? Qual è stata la cosa principale che pensi ti abbia aiutato a diventare una band professionista?

Penso di aver già risposto alla prima parte di questa domanda per quanto riguarda la nostra ultima uscita. Interpreterei diversamente quello che mi stava accadendo se ne avessi avuto la possibilità. Penso che ciò che ci ha aiutato a raggiungere il livello di musicisti professionisti sta nel fatto che noi abbiamo da offrire qualcosa di diverso rispetto a tutte le altre band che ci circondavano. Abbiamo anche preso molto sul serio lo studio dei nostri e di altri strumenti. Essere abili strumentisti è sempre stata una priorità importante per noi.

Sappiamo che il tour può essere estenuante, voi ragazzi andate d’accordo mentre siete in viaggio? Com’è la tua giornata in cui non sei sul palco?

Può essere un po’ diverso per noi. Siamo tutti amici da quando eravamo molto piccoli. quindi discustiamo ma alla fine della giornata siamo fratelli e maestri dell’arte del far pace. Il mio day-off può essere semplicemente riposare o uscire per un’avventura fotografica, ecc.

Abbiamo ascoltato tutti il vostro ultimo disco e abbiamo molto apprezzato, ma cosa possiamo aspettarci dagli Alien Ant Farm? Ci sono dei piani? Pensi che ci sarà nuova musica in futuro?

Sicuramente. Abbiamo un’enorme quantità di musica. Speriamo di pubblicare una nuova uscita se non quest’anno magari il prossimo. Sono felice che tutti voi apprezziate la nostra musica. Grazie.

It’s a pleasure to speak with you guys! Are you happy to come back to Italy for a gig? Are you going to fill your belly with pizza,pasta and wine? 

I feel like we kind of do that normally back home! We’ve only made it to Italy on tour once. Years ago in Milan. So we’re very excited to finally get back. It’s extra special for me having a Roman father. 

Let’s talk about your last release “Always And Forever“, what does this record mean to you? I mean, it’s a great record with a taste forexperimentation also, how did you end up writing those songs?

That record was the first time we ever did co-writes with top liners. So, half the record is co-written and half is just us. I think it’s very obvious which are which. We were very into getting outside of our own box and trying our hand at some more contemporary styles. Being a band that loves to straddle genre and experiment with different styles made this pretty interesting and fun. It made me feel like it was good to stretch my wings as a song writer. There are songs I love on this record and for the first time in my career, songs I didn’t care for and still don’t. Unfortunately, this record represents a horrible point in our career due to the terrible, illegitimate record label we accidentally signed to that almost sank the band. If we could go back and do it differently, we would. Sad but true. 

Is there an artist or a specific song or album that inspired this record? What where you listening to when you were composing the songs for “Always And Forever“?

At that time, I was listening to a lot of punk rock and metal. I was a hardcore/metal/punk kid all of my life and still am. I think it can be heard in my guitar style at points if you know what to listen for. However, when it comes to being a song writer I don’t stick to any certain style or genre. Music is too universal and anything is possible. Writing this record was a bit of a pop-music overload for me. So in my downtime I needed heavy, raw, reckless music to even out my brain. 

It’s been a long time since your last studio record (2006 “Up In The Attic“), what happened in the meantime? Have you guys been playing music all the time or did something else?

Actually, “Always And Forever” (2015) was our last studio record. None the less, that’s a long time ago and too long to wait for a new release. I think the crap we were subjected to making and putting that record out scarred us a bit. We have massive amounts of new music but we’ve felt reluctant for some time to release. Maybe it’s a form of musical PTSD. We’ve been touring a lot since then. Trying to keep the bills paid. 

One question you can’t escape I’m afraid. How big is the shadow of that Michael Jackson cover? Still one of your most famous songs, how do you feel about it now? 

I don’t believe there’s any shadow at all. Besides being a huge fan of MJ, our version of this song has brought me some of the most meaningful moments of my life. Not only that, it puts smiles on faces and makes people happy when they hear it. I could never be bitter or anything like that. I think the main thing is that anyone who’s heard that song and taken the time to explore what we’re really about has been pleasantly surprised at our abilities as musicians and writers. If then never even tried and they choose to limit their own scope, why would I care? Their loss. 

If you could change the past, is there something you would have done different in your entire career? And what was the main thing that you think helped you to become a professional band?  

I Guess I’ve answered the first part of this question already as far as our last release is concerned. I would play that scenario out differently if given the chance. I think what helped us reach professionalism was having something a little different to offer than all the other bands coming up around us. We’ve also taken studying our instruments, as well as other instruments, very seriously. Being proficient players has always been an important priority for us. 

We know touring can be exhausting, do you guys get along while travelling? How is your day when you’re not on stage? 

It can be a little different for us. We’re all been friends since a very young age. So we have our diss agreements but at the end of the day we are brothers and masters of the art of making up. My day off stage can either be resting off fatigue or going out on a photography adventure, etc. 

We all listened to your last record and we are happy you guys came back with some music, but what can we expect from Alien Ant Farm in the future? Are there some plans? Do you think there will be more music to come in the future? 

Definitely. We have a huge stockpile of music. We hope to get a new release out if not this year than next year. Happy you all enjoy our music. Thank you. 

Alien Ant Farm

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati