Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Motosega – Another Lost Chance…To Shut Your Mouth

2020 - Slack Records / Fat City Records / Sonatine / Distrozione / Controcanti / Tuscia Clan / Kambo Diy
punk-rock / garage

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Adrenaline
2. Bikerage
3. Process of elimination
4. Punk pros
5. Preteen pretentious
6. Another lost chance
7. Stop this bullshit
8. No one cares
9. Shove it
10. Just a mess


Web

Sito Ufficiale
Facebook

In principio erano gli Andy fag and the Real Men. Facevano brutal country punk’n’roll, termine che ho coniato in questo momento, e venivano da Napoli. Ho ascoltato dei loro pezzi e tra questi vi è anche una cover di These important years degli Hüsker Dü, suonata live con la partecipazione alla voce del rapper romano Chef Ragoo. Per quanto mi riguarda, la mia dose di buona musica quotidiana anche oggi l’ho avuta. Ma devo andare avanti a recensire il disco dei Motosega, band nata qualche anno lo scioglimento degli Andy Fag assieme agli Hex Raygun, coi quali fecero uscire uno split nel 2015.

Il disco di debutto su larga gittata dei Motosega esce in questi giorni grazie ad una coproduzione tra Sonatine, Fat City e Controcanti tra le tante etichette, ed è un disco che secondo me nessuno si aspettava. Sono infatti riusciti a comporre un album di punkrock garage crudo e belluino come si faceva una volta, soprattutto nel comasco. Orange Juice from the Crypt, Antares, Long Dong Silver e Leeches, giusto per fare qualche nome, non so se vi ricordate.

La novità di questo “Another Last Chance…To Shut Your Mouth” è però la commistione di tale sound, viscerale e ricercato allo stesso tempo, con le più rocambolesche sonorità americane. New Bomb Turks e Screeching Weasel su tutti, senza mai lasciare in disparte una buona base culturale surf e rockabilly, soprattutto per quanto riguarda le parti strettamente strumentali. Voce sporca ma ben stagliata, chitarre che finiscono ciò che hanno iniziato, attitudine distruttiva: queste dieci tracce in inglese, tra le quali spiccano per idee e spigliatezza sicuramente Preteen pretentious e No one cares, ci riportano direttamente alla fine degli anni ’90 ed agli sfarzi della mitica etichetta Slovenly Recordings.

In un momento così statico e povero di idee per il punk italiano, dove indie e postpunk suonati male stanno pian piano rosicchiando una fetta di pubblico prima devoto ai jeans stretti e alle borchie, i Motosega danno finalmente risposte concrete.

Guai a chiamare “bombetta” questo “Another Last Chance…”, quindi.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni