Impatto Sonoro
Menu

Back In Time

“Exciter”, la fine del buio per i Depeche Mode

Amazon button

Il 14 Maggio del 2001 usciva “Exciter” , prodotto da Mark Bell e firmato Mute Records (EU) – Reprise Records (USA/CAN). È il decimo album in studio dei Depeche Mode, la cui formazione attuale è composta da Dave Gahan alla voce, Martin Lee Gore ( chitarra e tastiere) ed Andrew Fletcher (tastiere, basso e portavoce) . È dello stesso anno “L’Exciter Tour”, tour musicale di promozione del disco, partito il 4 giugno 2001 da Los Angeles e terminato il 5 novembre dello stesso anno nella cittadina tedesca di Mannheim. 

L’album si impone da subito all’attenzione di pubblico e critica grazie ad una riuscitissima miscela di Dance rock, Synth pop, Rock alternativo e sonorità elettroniche, il tutto declinato secondo l’inconfondibile stile Depeche Mode . 

Disco d’oro in Australia, Canada, Finlandia, Regno Unito , Svezia e Stati Uniti; Disco di Platino in Germania, Italia , Spagna , Svizzera,“Exciter” testimonia con il successo delle vendite la rinascita della band britannica, confermando la ricerca di nuove prospettive sonore iniziata nel 1997 con l’album Ultra. I due lavori sono la fedele trascrizione musicale delle vicende personali dei componenti del gruppo, segnano infatti un punto di svolta, un equilibrio ritrovato al termine di un periodo difficile, segnato da disagio psichico alcool, droga.

“Exciter” è la fine del buio, è l’uscire “a riveder le stelle”, è il tentativo di abbandonare le sonorità cupe che hanno caratterizzato le precedenti produzioni in favore di una struttura compositiva più rarefatta, sebbene la cifra stilistica del gruppo sia sempre immediatamente riconoscibile. 

I tredici brani che compongono questo gioiello seguono una sorta di filo rosso, un dialogo ininterrotto con ambigui interlocutori, donne o divinità che siano, sempre sul filo del rasoio dello sdoppiamento, con aperture improvvise su realtà “altre”. I testi sono di rara bellezza e di potente una visionarietà: “ Dark obsession/in the name of love/ I’m you and you’re me” (12. I am you). La musica sostiene questo gioco, senza forzature ma con un andamento ipnotico; pensiamo allo strumentale “Easy Tiger” o al fraseggio Trance del basso in “When the body speaks”

Exciter” sancisce definitivamente la “ Depeche Renaissance” e apre la strada ad un nuovo modo di fare musica, maturo e consapevole; la copertina stessa di “Exciter” è in questo senso, un manifesto programmatico per chi sa decifrare l’immagine. Essa riproduce infatti la foto di un’Agave (pianta originaria del centro America , utilizzata per la produzione della Tequila) la cui caratteristica peculiare è di fiorire una sola volta quando, raggiunta la piena maturità, disperde nel terreno circostante i semi: nuove piante cresceranno, verranno nuove fioriture.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati