Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Radio Riot Right Now – Hurts

2020 - Autoproduzione
hardcore / punk

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Nessuno
2. Frattaglie
3. Inferi
4. Krust
5. Buio
6. Cardio
7. Era
8. Morte Nera
9. Waltzerino
10. Fastidio
11. Rock-n-Roll
12. Fobia


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Hurts” dei Radio Riot Right Now è un disco-trabocchetto. Perchè? Perchè quest’album nasce nel lontano 2006 periodo musicale completamente diverso da quello in cui ci troviamo oggi. Se vogliamo capire quest’opera occorre fare un passo indietro di qualche anno.

I Radio Riot Right Now (che da qui in avanti chiameremo RRRN) iniziano la loro produzione musicale nei primi anni del 2000 trovando la loro dimensione nel post punk-hardcore italiano. Nel 2006 completano e rifiniscono l’album “Hurts” che rimane in una sorta di limbo fino al 2020 dove, finalmente, viene pubblicato solamente in digitale.

Ascoltando il disco con le orecchie del 2006 si capisce immediatemente che, se fosse stato pubblicato, il gruppo avrebbe potuto ritagliarsi il proprio spazio e spiccare tra gli esponenti del genere dell’epoca. Perchè? Perchè “Hurts” è un centrifugato di generi musicali come punk, metal e hardcore (che all’epoca cominciavano a fiorire) sapientemente amalgamato. Guardando l’album nella sua totalità si sbatte il muso sulla piacevole frammentarietà sonora: si va da tracce che durano 1 minuto scarso fino ai 6 minuti; poi composizioni complesse con una solida archittetura fino a finire nel minimalismo. E’ un album che fa irritare in senso positivo.

I testi che sanno di rivoluzione, di sommossa assieme agli arrangiamenti, alle chitarre e ai cori colpivano dritto in faccia la società che viveno i RRRN e, perché no, farla addirittura riflettere.

Se dovessi far ascoltare i RRRN a mia nonna sono sicuro che sentirebbe soltanto confusione e gente che urla e sono altrettanto sicuro che tante altre persone la pensano allo stesso modo. Prendersi il tempo per analizzare certe correnti musicali però ci aiuta a ricostruire i pezzi della società in cui viviamo o in cui, come in questa recensione, abbiamo vissuto. “Hurts” è un frammento dello specchio della società del 2006 e sicuramente in quel periodo avrebbe funzionato. Ma il caso ha voluto che uscisse nel 2020, funziona anche oggi?

Assolutamente sì, il fatto che i ragazzi dei RRRN avessero sperimentato, quattordici anni fa, miscelando diversi generi ha reso quest’opera attuale anche oggi sia nella musica che nei testi. Sicuramente chi apprezza l’hardcore, il metal e il punk apprezzerà molto questa perla del passato ritrovata.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni