Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Trash Talk – Squalor

2020 - Trash Talk Collective
hardcore / punk

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Point No Point
2. Something Wicked
3. Worst of Times
4. Clutch ANM
5. Kicking & Screaming


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Dimenticatevi le pubblicità dei Ray Ban, le performances, i promo pettinati, le sperimentazioni musicali degli ultimi cinque anni: i Trash Talk sono tornati pessimisti come all’inizio, quando tutto era una malattia e si usciva di casa col coltello tra i denti, sempre.

“Squalor” è e vuole essere un disco neghittoso, come quelli pubblicati alle origini dei Trash Talk, almeno sino ad “Eyes And Nines“. È un EP, innanzitutto, e per i fans della band di Sacramento sappiamo quanto sia importante questo formato musicale. Tramite gli EP, infatti, Lee Speelman e soci hanno reso più diretta e fruibile la loro speculazione negli anni, tagliando letteralmente l’aria tra un album e l’altro.

Musicalmente, “Squalor” si colloca appena prima del sopracitato “Eyes And Nines, a cavallo della prima decade dei duemila. Se brani come Worst Of Times possono essere catalogati come lineari e tipici, per quanto riguarda i primi passi dei Trash Talk, infatti, il singolone Something Wicked è raggruppabile nel calderone della loro era post 2015, caratterizzata da sonorità più complete ma meno, a mio parere, accattivanti. Clutch A.N.M.,come la introduttiva Point No Point, è un raro esempio di come questa band abbia mantenuto, però, negli anni, una propria familiare impronta sonora, amalgamandola con violenza e voracità insieme agli altri costumi dell’hardcore punk americano, prendendo spunti più dal noise che da metal.

Credo che questo “Squalor” possa determinare, per l’avvenire, un capitolo importante per i Trash Talk. Che sono finalmente tornati a suonare del mosh per la loro Trash Talk Collective. Destroy.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni