Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Kill Your Boyfriend – Killadelica

2020 - Shyrec / Little Cloud Records / Sister9 Recordings
post punk

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Anula
2. Jean
3. Natasha
4. Nancy
5. Agave
6. Belle
7. Marie
8. Elizabeth
9. Eve
10. Aileen
11. Kathy


Web

Sito Ufficiale
Facebook

I Kill Your Boyfriend sono un duo di Treviso composto da Matteo Scarpa alla voce-chitarra e Antonio Angeli alla batteria. Il nome della band, preso in prestito da un fumetto di Grant Morrison e Philip Bond, ci dice già moltissimo su di loro e su questo “Killadelica“, terzo LP della band, prodotto con uno sforzo congiunto da Shyrec (Italia), Little Cloud Records (US) e Sister9 Recordings (UK).

Tematica ricorrente è – rullo di tamburi – l’omicidio. A differenza dei lavori precedenti, tuttavia, il focus si è spostato con gli anni dalla vittima all’assassino e dall’uomo alla donna. Le undici tracce di “Killadelica” hanno infatti la peculiarità di essere intitolate con nomi propri di ragazze, alle quali i Kill Your Boyfriend danno una sola, semplice direttiva: sbarazzatevi del vostro compagno.

Killadelica” è dunque un disco violento ed estremamente noir, influenzato dai maestri nostrani del cinema giallo ed horror (Dario Argento, Mario Bava, Pupi Avati, Lucio Fulci) e dal pesante piglio post-industrial, omaggio alla tradizione post-punk veneta (Death in Venice, Evabraun and Pyramids). Se nel muro sonoro dell’opener Anula intravedete uno spiraglio di luce, non illudetevi: ci pensano Jean e Natasha a ricondurci tra le fiamme dell’oltretomba con ritmiche tachicardiache e sferzate noise alla A Place To Bury Strangers, figlie a loro volta dei Jesus And Mary Chain di “Psychocandy“. La “loudest band in New York” torna in mente anche nelle frustate proto-shoegaze di Agave, mentre le convulsioni di Elizabeth e i loop claustrofobici di Eva ci ricordano piuttosto gli esperimenti di Luis Vasquez, aka The Soft Moon.

Attivi dal 2011, i Kill Your Boyfriend hanno scarrozzato il loro teatrino degli orrori in lungo e in largo per l’Europa, accompagnando in tournée e condividendo il palco con band del calibro di Zola Jesus, Gnod, KVB, Zu, Telescopes e Preoccupations. Anno dopo anno, omicidio dopo omicidio, Matteo e Antonio si stanno dunque ritagliando uno spazietto di tutto rispetto nel variegato orizzonte neo-psych contemporaneo, anche grazie a collaborazioni di un certo spessore, sia l’EP collaborativo coi veneziani New Candys uscito nel 2015 o il remix della sopracitata Elizabeth firmato dall’ex Viet Cong ed attuale chitarrista dei Preoccupations Daniel Christiansen, uscito giusto lo scorso anno per la londinese Depths Records.

Killadelica” ci fa intendere che i Kill Your Boyfriend non sono certo alla ricerca di nuovi fan, quanto piuttosto lanciati in una crociata atta a cementare la loro reputazione di maestri dell’horror made in Italy a livello internazionale. Un disco per pochi, sconsigliato a fan confusi di Primal Scream, ma consigliato a tutti coloro che nascondono un santino dei Suicide nel portafoglio. Da far accapponare la pelle.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni