Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

GENN – Liminal

2021 - Everything Sucks Music
post punk / alternative rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Feel
2. Mackerel’s Funky Mission
3. 23rd Of March
4. Catalyst
5. Just Another Sad Sog
6. Falling Out


Web

Sito Ufficiale
Facebook

“A volte uno si sente incompleto, ma è soltanto giovane”

Italo Calvino

Prendete Lydia Lunch e sovrapponetela ai Jefferson Airplane, svecchiate tutto di 50 anni e immergete pure le Slits e le Raincoats in un bagno di colori, vi ritroverete in una zona sospesa a metà strada tra una treccia di Patti Smith e l’eye-liner di Debbie Harry.

Queste definizioni richiamanti le streghe di Macbeth possono aver stancato, certo, ma spiegano l’ampia gamma di influenze e ricezioni prese dalla giovane band di Brighton che, al contrario di come si potrebbe pensare, ovvero ad una chiusura stilistica murata fra generi già esistiti e obsoleti, è invece piena di una grande libertà artistica. Sin dalla copertina si capisce che le ĠENN sono veicoli di un cogitabondo surrealismo guidato dall’ossimoro dolce/austero della voce di Leona Farrugia

E colori puliti, accesi ma ben delineati come un pittore che usa una spatola metallica per non mischiare tonalità esplodono in cantati post-punk come in 23rd Of March e chorus lanciati a peso morto nelle eco degli anni ’90 come nella closing track Falling Out. Quello che distingue le ĠENN in questa ondata di band d’oltremanica è quella stessa incompletezza che avevano le Raincoats: è un fuoco che racchiude in sé una zona d’ombra, e quella zona è la distanza, una distanza fisica per ovvi motivi storici ma soprattutto quello che emerge da “Liminal” sono le lontananze culturali, di genere, celate dietro un velo di leggerezza funky pop come nell’irresistibile Mackerel’s Funky Mission ma quell’assenza, quel senso di incompletezza è, consapevolmente o no, la denuncia delle distanze intellettuali e istruttive ancora da colmare ed è con questa sensibilità che le ĠENN entrano a far parte delle potenziali grandi voci della loro generazione. 

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni