Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Burial Hex – Gauze

2022 - Cold Spring
industrial / dark ambient

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Lost Sailor
2. Lion's Breathe
3. Treausre Spirits
4. Auspices
5. Sed libera nos a malo
6. Double Scorpio
7. Two Rivers


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Il Rito di preparazione alla fine del Kali Yuga si arricchisce di un nuovo capitolo. Clay Ruby, con il suo progetto Burial Hex, sono ormai 18 anni che ci aiuta a prendere coscienza del periodo storico in cui viviamo. Una fase buia, oscura, dove guerre, pandemie, menti obnubilate sono ancora predominanti prima dell’ avvento della nuova età dell’oro, il Satya Yuga. E con “Gauze“, Burial Hex vuole aiutarci ad esorcizzare tutta l’angoscia, tutte le paure e tutte le incertezze del nostro tempo.

Scendendo nel dettaglio musicale, “Gauze” è una commistione di vari generi che hanno il loro minimo comune multiplo nella sfera industrial, con estremizzazioni che sconfinano nel dark ambient o che scaturiscono in tracce costituite soltanto da effetti sonori nudi e crudi. La prima delle 8 tracce che compongono “Gauze” è Lost Sailor, una sorta di processione funebre scandita dal suono di archi e urla, segue Lion’s Breathe, il brano più tipicamente industrial di tutto l’ album.

Treasure Spirits è più un intermezzo sonoro che ha il compito di portarci nel cuore dell’ opera, ovvero il binomio Auspices – Sed Libera Nos A Malo dove finalmente passiamo dall’oscurità alla luce, sia tematicamente che musicalmente, con i brani che evidenziano maggiore apertura e respiro. Seguono difatti Double Scorpio , la title track Gauze e Two Rivers, che con il suo ritmo ancestral tribale sembra darci il benvenuto nel Nuovo Inizio.

Gauze“, in conclusione, è un disco di non facile ascolto ma che inaspettatamente ti lascia con un gran senso di serenità. Potere del Rito.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni