Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Gold Panda – The Work

2022 - City Slang
elettronica

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Swimmer
2. The Dream
3. The Corner
4. The Want
5. I've Felt Better (Than I Do Now)
6. Plastic Future
7. New Days
8. I Spiral
9. Arima
10. Chrome
11. Joni's Room


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Ritorna con un disco completo dopo sei anni Gold Panda, all’uscita da un periodo particolarmente complesso della sua vita come si può apprendere dalle interviste più recenti, e lo fa con una maturità che riusciamo a notare al primo ascolto di un lavoro personale ed intimo come pochi altri.

Non c’è un singolo brano che colpisca da subito togliendo ogni dubbio, dobbiamo approcciarci con la pazienza che si deve ad un artista del suo calibro, consapevoli che saprà trascinarci in un viaggio nel suo nuovo mondo, in cui la calma sembra poterla fare da padrona a più riprese ma che viene sempre affiancata da beat dosati e misurati per scuotere senza scombussolare.

Senza l’intenzione di rivoluzionare il suo stile personale ha portato alla luce un lavoro complesso, con variazioni presenti ma meno esacerbate del passato, in cui il singolo già rilasciato in precedenza I’ve Felt Better (Than I Do Now) funge in qualche modo da giro di boa nonché da pezzo forse più ritmato in generale, in una EDM matura e ballabile.

Dal vivo la varianza è spinta leggermente oltre ciò che possiamo rilevare nell’album, com’è probabilmente giusto che sia, e il trittico finale fa da sintesi del tutto e ci lascia soddisfatti, pronti a ricominciare l’ascolto da capo: Arima è dolce e si lascia contemplare, Chrome un’accelerazione perfettamente discordante, Joni’s Room la calma del buio rassicurante in cui brillano suoni nuovi e ricorrenti.

Difficile poter davvero percepire come un altro essere umano possa aver riacquistato equilibrio e nuova consapevolezza di sé a meno che non riesca a trasmettercelo in 40 minuti perfettamente calibrati come riesce a fare Derwin Schlecker.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni