Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Crosses ††† – Goodnight, God Bless, I Love U, Delete

2023 - Warner Music
synth rock / elettronica

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Pleasure
2. Invisible Hand
3. Found
4. Light as a Feather
5. Pulseplagg
6. Runner
7. Big Youth (feat. El-P)
8. End Youth (Reprise)
9. Last Rites
10. Ghost Ride
11. Grace
12. Eraser
13. Natural Selection
14. Girls Float † Boys Cry (feat. Robert Smith)
15. Goodnight, God Bless, I Love U, Delete.


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Dopo l’assaggio che abbiamo avuto con l’EP “Permanent.Radiant“, uscito quasi un anno fa per Warner Music, e un trittico di canzoni inedite –Initiation, Protection e One More Try – ritorna uno dei progetti più cupi e acclamati degli ultimi dieci anni, ovvero i Crosses † † † , capitanati da Chino Moreno. Con questo nuovo capitolo dal titolo “Goodnight, God Bless, I Love U, Delete” ci troviamo tra le mani uno dei lavori più lunghi e ambiziosi del progetto synth rock/elettronico del leader dei Deftones con Shaun Lopez. Il disco è il risultato di un decennio di lavoro, durante il quale il progetto è stato costantemente visibile sui social, condividendo foto e teaser di un presunto album che, fino ad allora, non aveva mai visto la luce. Alla fine, è stato pubblicato inizialmente un EP che fa da ponte a questa ultima fatica, uscita proprio oggi.

Riguardo al titolo, lo stesso Chino Moreno spiega:

Il titolo è qualcosa che veniva dalla mia infanzia, qualcosa che io, i miei fratelli, mia sorella e i nostri genitori ci dicevamo ogni sera prima di andare a letto. Quando penso a quella frase, mi ricorda semplicemente la mia infanzia ed è sempre stata una costante. Mi dà questa sensazione di conforto. Invece, la parte ‘Delete’ deve significare un qualcosa o un momento in cui hai tutto, e poi quel tutto svanisce.

Inizialmente, l’intento della pubblicazione era di inserire tutte le canzoni in lotti di EP, incluso anche appunto “Permanent.Radiant” per poi raccoglierle tutte insieme in un unico album completo. Tuttavia, il duo ha raggiunto una vena creativa così intensa da finire di scrivere le canzoni prima del previsto, decidendo, di fatto, che erano tutte adatte addirittura per un doppio album, che poi è stato ridotto a 15 tracce. Questa volta, la coppia Moreno/Lopez supera la crisi del decennio, e non solo le canzoni che compongono l’album corrispondono ad un punto di vista lirico e sonoro qualitativamente alto, ma anche l’arrangiamento è più maturo e ha preso pienamente forma. Inoltre, sembra che il progetto voglia descrivere questo disco come un unico, bellissimo canto del cigno. Invisible Hand è il brano principale e porta con sé uno stendardo che comunica ai più esperti nel panorama elettronico che questo genere sa essere oscuro, misterioso e affascinante allo stesso tempo.

Il disco nasconde anche lati leggermente più hip hop, come nel caso di Big Youth, con la partecipazione di EL-P. Ma sicuramente la ciliegina sulla torta è Girls Float † Boys Cry (e qui il titolo dice già qualcosa), con un featuring notevole come quello di Robert Smith dei The Cure, un artista e una band di culto per Chino Moreno, che, con la performance in questione offre una disamina della musica wave/post nella sua interezza.

Goodnight, God Bless, I Love U, Delete” è un lavoro di tutto rispetto che esplora l’elettronica in molte sfaccettature, dal lato più dance a quello più psichedelico e frenetico dei beat, ma soprattutto anche esplorando il suo versante più rock. Un disco dai mille colori, ma tutti con una tonalità buia e fredda. Chino Moreno e Shaun Lopez giocano con gli spiriti del passato per creare qualcosa che rimanga nel futuro.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni