Impatto Sonoro
Menu

Première

Un’ode alle parole che non bastano: “Mudo Amor”, il nuovo video di Vanessa Bissiri

Foto: Eva Piredda

Di Vanessa Bissiri vi abbiamo parlato ad inizio anno, in occasione dell’uscita del suo album d’esordio “Empatica” (qui la nostra recensione, qui la nostra intervista). Un lavoro importante per l’artista sarda che, dopo una vita divisa tra danza, recitazione e performance vocali, ha intrapreso la carriera da cantante e produttrice.

Empatica” è un disco che la stessa Vanessa ha definito un monito affinché i sensi siano la guida. Otto canzoni lasciate intatte nella loro versione primordiale, che nascono con l’intento di suggellare l’unione tra parole, musica e immagini che accompagnano ogni singola emozione.

Foto: Eva Piredda

Direttamente da “Empatica” oggi vi presentiamo in esclusiva il video del singolo Mudo Amor, che la stessa Vanessa Bissiri ci presenta così:

Mudo amor è una piccola ode alle parole che non bastano. Le parole mancanti sono un’occasione per comprendere a un altro livello: attraverso i nostri sensi. A volte non avere parole ci fa sentire in un posto che non riconosciamo, dove c’è una luce diversa, ci turba e ci sentiamo creature senza voce.

A volte quando penso alla relazione intima mi vengono in mente due pesci rossi dentro una boccia d’acqua che si guardano senza parlare, e visto lo spazio ristretto passano il tempo a fissarsi.
Mi sembra di sentire quel suono sottomarino, il mio corpo sommerso insieme al tempo. L’acqua che tutto sospende mantiene vivo il ricordo, dentro a un movimento lento che mai si ferma.
L’incontro ci ricongiunge all’eco di qualcosa che in noi risiede, richiama memorie da rielaborare per renderle utili al nostro star bene e alla nostra crescita.
Nella solitudine ripetiamo schemi antichi che ci portano su una strada nota ma non necessariamente desiderata; l’altra persona ci da l’opportunità di disfare e rifare, ci allena a questa pratica di adattamento continuo alla ricerca di ciò che ci fa bene come una pianta cerca la luce.
Questo video è un video di famiglia:
Di Carlo Doneddu lo sguardo sensibile
Di Sofia la pazienza e la dolcezza nell’assistere
Mio il volto, il suono, le parole.
Le immagini le abbiamo trovate durante un piccolo viaggio, molto desiderato.
Abbiamo raccolto dei momenti in spazi che ci hanno ispirate/i servendo il filo tracciato dalla canzone. Insieme abbiamo osservato e cucito insieme la visione e cosi vi raccontiamo Mudo Amor.
La sfera, la vita che gira, tutto torna in cerchio, senza inizio ne fine, senza interruzioni circola l’essenza.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati