Impatto Sonoro
Menu

Pubblicata su Subtext “Six and Forty-Six”, nuova collaborazione tra Riccardo La Foresta e James Ginzburg

Photo: James Ginzburg

Inizialmente concepito nel 2022 e installato a Palazzo Re Enzo a Bologna per Robot Festival, “Six and Forty-Six” è la collaborazione tra il percussionista e sound artist Riccardo La Foresta e James Ginzburg.

I due brani catturano le interazioni tra il Drummophone di La Foresta – quattro grancasse suonate con aria compressa che producono una complessa stratificazione di risonanze – e uno strumento a corde progettato ed assemblato da Ginzburg – un ibrido tra monocordo e cetra – che viene attivato da una serie di solenoidi controllati dal computer e poi amplificato. 

Quando le corde vengono percosse, lo spostamento d’aria nella stanza generato dagli amplificatori viene catturato dalle grancasse, che rispondono con fragili cambiamenti di accordatura e nuove risonanze, a loro volta in dialogo con gli armonici delle corde dello strumento di Ginzburg. Questa interazione tra gli strumenti crea un sistema generativo che sviluppa un’incessante ricerca di unisoni impossibili da catturare, attraverso movimenti microtonali ed impulsi ripetitivi.

Six and Forty-Six” esplora ed evoca gerarchie cognitive nel tempo e nella percezione delle frequenze. Nessuno dei due artisti era presente nella stanza di registrazione durante la session, restando in attento equilibrio sul sottile confine tra musicista ed ascoltatore ed il conseguente dissolversi di questa dicotomia nel guardare gli strumenti interagire da soli.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!