Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Slower – Slower

2024 - Heavy Psych Sounds
doom / sludge

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. War Ensemble
2. The Antichrist
3. Blood Red
4. Dead Skin Mask
5. South of Heaven


Web

Sito Ufficiale
Facebook

War Ensemble, The Antichrist, Blood Red, Dead Skin Mask, South of Heaven. Il debut album degli Slower è composto unicamente dalle cover di questi brani degli Slayer. È questo è un dato oggettivo. Gli Slower sono un supergruppo formato da gente di Kyuss, Fu Manchu e Monolord, e quindi il genere a cui si dedicano è lo sludge doom. E questo è un altro dato oggettivo.  Viene da sé che il disco, intitolato, per l’appunto “Slower”, con un tutt’altro che sagace gioco di parole, si tratti di cover degli Slayer in chiave stoner / sludge, e quindi suoni più lento, rispetto al thrash-metal dei giganti di Tom Araya. Dopo aver appurato il terzo dato oggettivo, passiamo allora a ciò che ne penso io. 

Lo scopo del lavoro è quello di distorcere e spiazzare l’ascoltatore, senza ombra di dubbio, ma il risultato finale è quello di rendere la rivisitazione noiosa e posticcia, senza mai sfondare nel mistero o nell’aspettativa.  Mi viene davvero difficile trovare qualcosa di positivo, perché già l’idea di “Slower” è sviluppata male, il difetto è in nuce, come suol dirsi. 

Non credo ci fosse la vera necessità di scrivere un disco così. Estremizzare e sfruttare in nome del libero arbitrio canzoni che rappresentano delle pietre miliari nella storia del metal metal. Adoro i Kyuss, adoro ancora di più i Fu Manchu e considero gli Slayer uno dei gruppi “intoccabili” per la storia della musica mondiale, ma questo “Slower” dilania qualsiasi ambizione, senza possibilità di appello. 

Fuori per il colosso Heavy Psych Sounds, artwork molto bello.  

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni