Impatto Sonoro
Menu

Recensioni

Four Tet – Three

2024 - Text Records
elettronica / deep house / downtempo

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Loved
2. Gliding Through Everything
3. Storm Crystals
4. Daydream Repeat
5. Skater
6. 31 Bloom
7. So Blue
8. Three Drums


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Dopo il rilascio nei mesi scorsi dei primi singoli (LovedThree Drums e Daydream Repeat), le otto tracce che compongono il nuovo lavoro di Kieran Hebden confermano la sua abilità eccezionale nel fondere elementi di deep house, sperimentale e down tempo, creando un suono che per l’ennesima volta risulta un capolavoro musicale distintivo e riconoscibile a tutti.

Three” è stato pubblicato sull’etichetta di proprietà, la Text Records, fondata dallo stesso artista britannico nel 2001. L’etichetta ha sede a Londra ed è stata creata come piattaforma per dare agli artisti la possibilità di rilasciare musica cercando di offrire al pubblico un posto dove esplorare sonorità tra le più sperimentali ed innovative in circolazione. Four Tet, infatti, è noto per la sua vasta influenza e il suo contributo alla musica elettronica contemporanea fin dal 1999 con “Dialogue”, uscito sull’etichetta Output di Trevor Jackson. Con una carriera che abbraccia oltre due decenni, ha dimostrato una capacità straordinaria di sperimentare con suoni e stili, creando un corpus diversificato di opere che sfidano i confini di genere e categoria. Il suo impatto sulla scena musicale è profondo e duraturo, con il suo lavoro che continua a ispirare e influenzare nuove e vecchie generazioni di artisti e produttori. L’album risulta un’avventura sonora che si distingue per la sua sperimentazione e la sua capacità di trasportare l’ascoltatore in un viaggio emotivo attraverso paesaggi sonori unici e coinvolgenti, dimostrando ancora una volta la maestria di Four Tet nel mescolare una vasta gamma di influenze; dalla musica elettronica all’ambient, dal jazz alla musica etnica. Il risultato non è altro che un album eclettico che sfida le convenzioni e offre un’esperienza auditiva unica.

L’album si apre con Loved, un brano che cattura immediatamente l’attenzione con i suoi intricati pattern ritmici e le melodie ipnotiche. Da qui in poi, Four Tet guida l’ascoltatore attraverso una serie di tracce che variano dal clubbing al contemplativo, dal frenetico al distensivo. Ogni brano meticolosamente incastrato minuto dopo minuto, come solo Four Tet sa fare, si distingue per la sua potenza emotiva, con le loro progressioni di accordi che evocano un senso di meraviglia e ammirazione e offrono all’ascoltatore momenti di introspezione, con atmosfere eteree che invitano a perdersi nei propri pensieri notturni.

Uno degli elementi più distintivi di “Three” è la sua capacità di creare una sensazione di spazio e profondità attraverso l’uso sapiente di layering sonoro e di effetti atmosferici. Le tracce si sviluppano in modo organico, con nuovi elementi che vengono introdotti e rimossi con maestria per mantenere viva l’attenzione dell’ascoltatore. Four Tet ha un talento straordinario nel creare groove insuperabili, che si manifestano pienamente in tutto l’album. Ritmi incalzanti e linee di basso che spingono l’ascoltatore a muoversi spontaneamente al ritmo della sua visione musicale.

Con questo album, Four Tet conferma il suo status di esploratore della sperimentazione, regalando all’ascoltatore un viaggio sonoro indimenticabile. Un album da non perdere per tutti gli appassionati di musica che sfida i confini e apre nuove prospettive.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni