Impatto Sonoro
Menu
// archivio autore

Massimo Quarti

Massimo Quarti ha scritto 61 articoli per Impattosonoro.it

Back In Time: NIRVANA – Bleach (1989)

“Bleach” quindi non è un album “seminale” o “fondamentale” come si suol dire oggi, è piuttosto un album vero, scritto da un genio fine, illibato e innocente, un capolavoro autentico e, per la sua storicità, un esempio.

Back In Time: BJÖRK – Post (1995)

“Post” è lasciarsi ispirare dalle aurore boreali, guardarsi dentro, prendere le distanze dai pensieri di superficie, “Post” è sapere di avere sbagliato, è avere tenerezza per la propria specie,“Post” è decidere di lasciarsi salvare.

Back In Time: SONIC YOUTH – EVOL (1986)

“EVOL” è l’album del cambiamento, del suono dei Sonic Youth che prende un’identità forte, tanto da rimanere immortale e atemporale negli anni a venire.

Drahla – Useless Coordinates

Recensione del disco “Useless Coordinates” (Captured Tracks, 2019) dei Drahla. A cura di Massimo Quarti.

Back In Time: MARK LANEGAN – The Winding Sheet (1990)

La solitudine, elemento che si respira dalla prima all’ultima traccia, l’isolamento, l’esilio autoimposto, il bisogno di separarsi e ritrovare la sua identità di emarginato. Non vi è nessun cambiamento in lui, semplicemente se ne va con i suoi vestiti di sempre per starsene da solo.

Back In Time: PRIMUS – Pork Soda (1993)

“Pork Soda” è il disco che sdoganò l’essere particolari, unici e strani e diede una forte dose di autostima a tanta gente che ne aveva bisogno. Agli adolescenti che non capivano, non condividevano il mondo che li circondava, questo era un rifugio, uno specchio in cui riconoscersi.