Impatto Sonoro
Menu
// archivio autore

Riccardo Frolloni

Riccardo Frolloni ha scritto 12 articoli per Impattosonoro.it

“The Modern Dance” dei Pere Ubu, o di quando moderno significa macabro

Parlare di “The Modern Dance” è come fare la parafrasi di una poesia, un eterno fallimento. “The Modern Dance” lo puoi solo ascoltare e, se sei coraggioso, insieme agli scheletri e ai demoni personali, fare qualche passo di questa danza macabra.

Earl Sweatshirt – SICK!

Recensione del disco “SICK!” (Tan Cressida / Warner, 2022) di Earl Sweatshirt. A cura di Riccardo Frolloni.

Il canto del cigno, “The Great Annihilator” degli Swans

Preso da solo, quest’album è un vivido esempio di come combinare dissonanza e dolcezza pur mantenendo il suo lato pericoloso. Visto nel contesto del loro viaggio, da pornografia a romanticismo e ritorno, “The Great Annihilator” funge da apoteosi epica.

Dal fuck you al we’re fucked: “Metal Box” dei PIL

È tutto così “Metal Box”, una litania schizoide, claustrofobica, dove il basso fa da camera autoptica, la chitarra da bisturi impazzito e le voci sono quelle dei fantasmi, l’inconscio che si dimena in un corpo oramai freddo.

Connan Mockasin – Jassbusters Two

Recensione del disco “Jassbusters Two” (Mexican Summer, 2021) di Connan Mockasin. A cura di Riccardo Frolloni.

Calibrare le parole: “Young Team” dei Mogwai

Solo i grandi narratori riescono a suscitare effetti tattili col suono, a raccontare accennando, per privazioni, con impronte, segni, dove presenza e assenza si confondono, quelle quattro parole sussurrate e quel discorso sconosciuto ma accogliente che è la loro musica.