Impatto Sonoro
Menu

Interviste

Intervista a RELLA THE WOODCUTTER

Rella The Woodcutter vive in una dimensione onirica in cui con la sua strapazzata chitarra dipinge un insieme composito di ritmi, accordi, provenienti dagli studi di registrazione dei primi Pink Floyd, quelli che si avvalevano della presenza ancor sana del compianto Syd Barrett, dai festival sulla costa california, da una malinconia spensierata (che ossimoro!), dall’alternative oggi di moda, ed infine dalle lamentazioni folk e blues, ricoperte di polvere.

Intervista a ROBERTA DI LORENZO

Gradito ritorno di Roberta Di Lorenzo,promessa del cantautorato che continua a confermarsi una finestra sul mondo dipingendolo con i colori tenui e delicati della discrezione, della sensibilità e dell’eleganza ma allo stesso tempo intensi dei sentimenti e di chi certe cose le ha sentite sulla pelle.

Intervista ai GRANTURISMO

Vengono dalla Romagna e sono un’interessante finestra sul mondo cantautorale, una di quelle finestre dalle quali è possibile vedere e raccontare il mondo con i suoi contrasti, con le sue brutalità e le sue meraviglie. Chi meglio di Claudio Cavallaro, il frontman della band, con la sua disincanata ironia mista ad un romanticismo un po’ retrò, può parlarci dei Granturismo?

Intervista a CAPITAN LOVE

Incontro con il friulano Raniero Spinelli, in arte Capitan Love, già Erotics, che torna a farsi vivo con uno dei più divertenti giri intorno al pianeta musica: il suo disco “The Wasted Years Of Capitan Love”. Tra realtà e tanta fantasia, dove la seconda sembra dimostrarsi ancora molto più stimolante ed eccitante ma creando un contrasto molto curioso.

Intervista ai THE WALRUS

I The Walrus vengono da Livorno e sanno scrivere canzoni pop come pochi altri. Il loro secondo disco “Hanno ucciso un robot”, uscito a fine gennaio su Garrincha Dischi, è un piccolo gioiello, un saggio completo e convincente di quello che i The Walrus sanno fare e, azzardiamo senza troppi rischi, sapranno fare per molto tempo alla grande.

Intervista ai MACCABEES

Sembra che il silenzio discografico di tre anni, abbia giovato alle giovani menti dei Maccabees che ricomparsi sulla scena musicale internazionale con un album straordinario, “Given To The Wild”, balzato direttamente alla n°1 delle classifiche Uk. Quattro chiacchiere con la band sono il minimo per capire una delle più belle rivelazioni di questo inizio 2012.