Impatto Sonoro
Menu

Speciali

“No Need to Argue” dei Cranberries: l’album di Zombie e di altre ballate folk-rock dal cuore dell’Irlanda

No need to argue cranberries

“No Need to Argue” ha consacrato i Cranberries e il canto melodico della loro musa all’immortalità. E, in verità, ancora oggi sento di poter affermare che senza di lei siamo tutti un po’ più orfani.

Nausea, disgusto ed estetica punk: “Blank Generation” di Richard Hell & The Voidoids

Blank Generation Richard Hell

“Blank Generation” era un bruciante manifesto di un’epoca e di una generazione disorientata alla disperata ricerca di qualcosa con cui riempire il vuoto del titolo.

“Portishead”: se non vi siete spaventati con “Dummy”, provate questo

Portishead Portishead

Se con “Dummy” ci chiedevamo come fosse possibile che una musica così dark potesse diventare materia da apericena in spiaggia, con “Portishead” siamo lieti di constatare che ciò non ci pare sia accaduto.

“Strangeways, Here We Come”: il canto del cigno degli Smiths compie 35 anni

Strangeways

“Strangeways, Here We Come” trasmette un senso di affascinante incompletezza: è come smontare un qualche oggetto e dai suoi pezzi crearne uno nuovo, del tutto diverso. È come l’ultima puntata di una serie televisiva, che ti fa chiedere sempre se ci sarà una prossima stagione o se sia davvero la fine di tutto. E il dubbio rimane, anche a più di trent’anni di distanza.

“Elvis”: la triste storia di un ribelle addomesticato a fare l’all-American boy

Elvis film

A 45 anni dal suo triste epilogo, questa è una storia che viene finalmente raccontata nei suoi aspetti umani, aldilà del mito di plastica che è stato creato e dell’industria di immaginette di Elvis che lo ha probabilmente reso antipatico a molti di noi.

“Discipline”: quando il re cremisi si riprese la sua corte e passò dalla storia alla leggenda

Discipline

Con “Discipline”, tutto il prog e l’art-rock fino allora esistito trova nuovi pascoli dove scorrazzare e, da quel momento, avremo sviluppi inattesi, come il math-rock e il post-rock che, senza questo disco, sarebbero stati tutt’altra cosa.

“Oltre” è l’album di debutto degli Abissi: un concentrato di punk, stoner, noise e psichedelia

Abissi Oltre

Il trio milanese al debutto su lunga distanza dopo “Interzona”, singolo pubblicato 2 anni fa.

The ImpattoSonoro Party Program: una playlist politica

Party Pogram

In ambito artistico schierarsi è importante, parlare di ciò che ci accade attorno, persino bersagliarlo con forza. A furia di passività ci siamo arenati, è il momento di cambiare rotta. Il nostro programma elettorale in 38 punti musicali, uno più schierato dell’altro.

La nostra casa brucia, dentro e fuori: “H.O.P.E.”, il nuovo video degli Arva Vacua

Arva Vacua H.O.P.E.

Primo estratto dall’Ep di debutto della band ravennate “Tales from Holographic Seas”, in uscita il prossimo mese su Lagnofono Factory.

“Pistol”: storia del punk inglese, di chi ne è morto e di chi è sopravvissuto

Pistol

La storia di un gruppetto di ragazzi che non sapevano fare nulla, tantomeno suonare e fare musica, e che sono riusciti a fare un album, uno solo. Ma uno degli album più influenti di tutta la storia della musica.

Joe Strummer – Joe Strummer 002: The Mescaleros Years

Strummer 002

Nessuno come Joe Strummer ha saputo interpretare il migliore spirito del primo punk inglese, musica di ragazzi nati nella sfiga e senza futuro che riuscirono a darsi un senso e una missione, per quanto confusi.

Tutti abbiamo un sacco di cose da dire sui Verdena

Verdena cose da dire

L’attenzione per la band bergamasca è sempre totale e in un’epoca in cui l’hype per il rock, e per il rock italiano in particolare, è ai minimi storici, questo rappresenta un unicum difficilmente negabile. Sono gli unici da cui possiamo sempre aspettarci scintille.

La bellezza incompresa di “Celebrity Skin”: come le Hole plasmarono il classico power pop

Celebrity Skin Hole

“Celebrity Skin” è un concentrato di drammi e luccicori; incubi e nubi. Un manuale sulla fama, sulla morte e sul mistero: dodici tracce dal rock ammaliante e diretto; dodici episodi che sfidano lo star system hollywoodiano e le sue avidità.

“Bone Machine”, il capolavoro dark di Tom Waits

Bone Machine Tom Waits

In “Bone Machine” c’era un’aria da disastro imminente, da fine di tutte le cose, e il grugnito della voce di Tom Waits evocava gli spiriti dei vecchi bluesmen per far loro suonare le trombe del giudizio universale.

“Aspettami” è il nuovo singolo dei Radiant: la band italo-francese è pronta a tornare in scena con il nuovo Ep “Ora”

Radiant aspettami

Il nuovo lavoro del trio con sede a Parigi uscirà il prossimo 21 ottobre su Jarane.

“Paternostra:” una New York infernale nel romanzo hard boiled di Eugene S. Robinson

Paternostra Robinson

Il mondo che Eugene S. Robinson costruisce mattone dopo mattone, cemento su cemento, liquame che si riversa sulle strade e fetore di immondizia è un mondo tanto spaventoso quanto reale

Una corsa poetica verso gli elementi: “Nevenhir” è il nuovo video degli Ataraxia

NEvenhir Ataraxia

Il brano è estratto dal nuovo album dell’ensemble modenese “Pomegranate – The Chant of the Elementals”, in uscita il 21 settembre.

Tutti in soffitta con Jarvis Cocker: “Good Pop, Bad Pop” il primo memoir del cantante dei Pulp

Good Pop Bad Pop Jarvis Cocker

Il memoir di Mr. Cocker è un oggetto particolare, un oggetto pop, che poi è la fissa sempiterna dell’autore, che ha trasecolato con l’avvento del punk come tanti suoi coetanei, ma che ha sempre servito gli dèi di quel “buon pop”

“Come Clean” dei Puddle Of Mudd: quante speranze infrante

come clean puddle of mudd

Con i Puddle Of Mudd speravamo di aver trovato una nuova band che potesse rilanciare un nuovo genere negli anni d’oro del Nu Metal. E invece…

I just wanted to be one of the Strokes: “Is This It” era la salvezza del rock?

Is This It Strokes

Gli Strokes avevano l’arroganza, lo stile e le migliori canzoni del 2001: niente che non avessimo già ascoltato un milione di volte, ma “Is This It” pulsava di una vitalità che ridava al rock il suo destino di musica giovane e ribelle.