Impatto Sonoro
Menu

Back In Time

Back In Time: TOOL – Lateralus (2001)

“Lateralus” è una Stele di Rosetta che permette la lettura di un universo avvolto in spirali di linguaggio mutevoli nel proprio immobilismo ipercinetico e i Tool non sono null’altro che gli araldi di questa messa in opera ultraterrena e indistricabilmente umana.

Back In Time: GLASSJAW – Everything You Ever Wanted To Know About Silence (2000)

Capaci di gelide efferatezze e di calorose strette nella morsa di un caldo disagio i Glassjaw rimangono incomprensibilmente ignorati dai più. Per quei pochi che invece si sono fatti investire dalla loro heatwave scostante rimangono una delle realtà più ispirate/disperate di quella corrente spesso oberata da copie di copie di copie.

Back In Time: COAL CHAMBER – Dark Days (2002)

È con “Dark Days” che il suono chamberiano arriva a totale compimento divenendo unico nel suo non esserlo affatto. Tutte le componenti ultra-metal e quelle “goth” si concentrano in un unico punto nascosto nell’oscurità per poi collassare creando un buco nero di odio compulsivo e cieco.

Back In Time: QUEENSRYCHE – Operation: Mindcrime (1988)

Queensryche

“Operation: Mindcrime” non è solo la punta di diamante della ricchissima discografia dei Queensrÿche, ma anche una tappa fondamentale dell’heavy metal anni ‘80. L’unica pecca? L’assenza di un lieto fine.

Back In Time: TURBONEGRO – Ass Cobra (1996)

“Ass Cobra” è un disco che oggi non potrebbe uscire e che verrebbe martoriato senza pietà dal farlocco perbenismo del web che ha preso il posto dei censori delle grandi stazioni radio/etichette musicali/emittenti televisive del passato ma è anche e soprattutto un disco che ha ridefinito l’idea di violenza punk e di commistione di genere fino a battezzare il concetto di deathpunk

Back In Time: MOGWAI – Rock Action (2001)

Mogwai

Talvolta sottovalutato, “Rock Action” è invece un disco fondamentale nella discografia dei Mogwai, un lavoro di sintesi in cui convivono il passato e il futuro e che segna con successo la prima di una lunga serie di magistrali operazioni di demolizione e ricostruzione dell’universo post-rock.