Impatto Sonoro
Menu

Non c’è più il jazz di una volta

TREVOR DUNN: Non c’è più il jazz di una volta (e ‘sticazzi) #6

Il jazz incravattato, impomatato, vecchio e sdentato. Il jazz raccontato da chi nel club va ben vestito e pettinato. Il jazz che copia paro paro i bei fasti di una volta. Il jazz che non fa rivolta. Il jazz di chi vuol star comodo in poltrona. Il jazz di chi, per raccontarlo, di inutilità fa una maratona. Tutto questo qui non troverete.

KAORU ABE: Non c’è più il jazz di una volta (e ‘sticazzi) #5

Il jazz incravattato, impomatato, vecchio e sdentato. Il jazz raccontato da chi nel club va ben vestito e pettinato. Il jazz che copia paro paro i bei fasti di una volta. Il jazz che non fa rivolta. Il jazz di chi vuol star comodo in poltrona. Il jazz di chi, per raccontarlo, di inutilità fa una maratona. Tutto questo qui non troverete.

KAMASI WASHINGTON: Non c’è più il jazz di una volta (e ‘sticazzi) #4

Il jazz incravattato, impomatato, vecchio e sdentato. Il jazz raccontato da chi nel club va ben vestito e pettinato. Il jazz che copia paro paro i bei fasti di una volta. Il jazz che non fa rivolta. Il jazz di chi vuol star comodo in poltrona. Il jazz di chi, per raccontarlo, di inutilità fa una maratona. Tutto questo qui non troverete.

DAVID FIUCZYNSKI: Non c’è più il jazz di una volta (e sticazzi?) #3

Il jazz incravattato, impomatato, vecchio e sdentato. Il jazz raccontato da chi nel club va ben vestito e pettinato. Il jazz che copia paro paro i bei fasti di una volta. Il jazz che non fa rivolta. Il jazz di chi vuol star comodo in poltrona. Il jazz di chi, per raccontarlo, di inutilità fa una maratona. Tutto questo qui non troverete.

FLAT EARTH SOCIETY: Non c’è più il jazz di una volta (e sticazzi?) #2

Il jazz incravattato, impomatato, vecchio e sdentato. Il jazz raccontato da chi nel club va ben vestito e pettinato. Il jazz che copia paro paro i bei fasti di una volta. Il jazz che non fa rivolta. Il jazz di chi vuol star comodo in poltrona. Il jazz di chi, per raccontarlo, di inutilità fa una maratona. Tutto questo qui non troverete.

MATT GUSSTAFSSON: Non c’è più il jazz di una volta (e sticazzi?) #1

Il jazz incravattato, impomatato, vecchio e sdentato. Il jazz raccontato da chi nel club va ben vestito e pettinato. Il jazz che copia paro paro i bei fasti di una volta. Il jazz che non fa rivolta. Il jazz di chi vuol star comodo in poltrona. Il jazz di chi, per raccontarlo, di inutilità fa una maratona. Tutto questo qui non troverete.