Menu

Recensioni

La Stasi – L’estate è vicina

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Baracca e Burattini – 2008

indie-rock

Ostentare un interesse per i Radiohead e Pasolini insieme di questi tempi non è da tutti. Aggiungici poi che il solo fatto di essere diversi è spesso un pregio. A volte poi il tutto è cementato da una qualità che difficlmente incontri. Beh, come poteva smentirsi una presentazione del genere?

Al primo ascolto della dolcissima Il morto allegro capisci che hai a che fare con qualcosa di talentuoso. E quell’atmosfera che prosegue nella seguente Parigi, di fretta, la ricerchi ancora. La trovi, ma poi vira bruscamente per esplodere in un mood dei Verdena dei bei tempi.

In Shirley Temple si uniscono sullo stesso piano il primo post-rock dei Giardini di Mirò ed il parlato di un prematuro Emidio Clementi. Clone boy è uno scherzo, un episodio più popolare, ma anche il Premio Videoclip come miglior soggetto 2007. Come sopra. L’amore per il cinema e per la musica stampati nello stesso capitolo. Talento musicale su sfondo visionario.

Il noise ritorna in La seconda spedizione su Marte. Ancora prepotente, e stavolta per 7 minuti in un rinnovato e rabbioso finale. Lo stesso della conclusione consegnata all’atipica Tre topolini e un ghiro: un racconto di 10′, nuovo saliscendi tra noise, recita, urla ed il crescendo finale che ti annuncia che L’Estate è Vicina.

Cos’è La Stasi? Vedere il mondo che ti sorpassa oppure ascoltare un disco ben fatto e ben pensato, spesso lento e spesso violento? Scopritelo. Scoprite questi 5. Vi contageranno sin dal primo ascolto.

TRACKLIST

1. Il morto allegro
2. Parigi, di fretta
3. Shirley Temple
4.Clone boy
5.100 ore
6.Nel suo gulliver
7.La seconda spedizione su Marte
8.Yogurt
9.Happylogo
10.Ninna nanna beat
11.Tre topolini e un ghiro

TASTE

Il morto allegro
Clone Boy

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close