Menu

Recensioni

Addicted – Lies Love And Laughter

-

Ascolta

Acquista

Tracklist


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Prendete due chitarre graffianti, una voce che si destreggia con disinvoltura tra varie dinamiche melodiche e una sezione ritmica che crea le giuste vibrazioni: otterrete il convincente sound degli Addicted.
Dopo vari anni di gavetta e qualche esperienza oltre i confini nazionali, il quintetto italiano è finalmente arrivato al disco d’esordio, ottimamente prodotto dalla piccola ma agguerrita Fuente Records.
Con “Lies Love And Laughter” gli Addicted dimostrano di saper costruire coinvolgenti melodie con apparente semplicità, avvalendosi delle notevoli doti del singer Lucian che riesce a modellare con destrezza le proprie tonalità vocali, incuneandosi con disinvoltura tra le frequenti incursioni delle due chitarre che quasi giocano a rincorrersi, sostenute da un’affidabile base ritmica.
Pur senza inventare niente di nuovo gli Addicted si muovono con disinvoltura nei sentieri ampiamente esplorati da gruppi come Foo Fighters, Franz Ferdinand e Cult (che omaggiano con la cover “Rain”), proponendo dodici canzoni che scorrono piacevolmente e che ben si lasciano apprezzare per i congegni melodici e per la più che soddisfacente qualità del suono.
Se proprio bisogna trovare una pecca, ascoltando “Lies Love And Laughter” si ha l’impressione di ascoltare un concentrato di influenze musicali già sentite altrove: manca forse l’elemento distintivo che renda il sound degli Addicted ben riconoscibile, in grado di distinguersi tra le miriadi di proposte che affollano il genere musicale affrontato.
Il lavoro degli Addicted va comunque apprezzato perché ben suonato, prodotto ed arrangiato: un buon punto di partenza su cui lavorare.

Tracklist:

1 _ElectriCity (Let me burn)
2 _You Have No Power Over Me
3 _Lies Kept You Alive
4 _Berlin
5 _Everyday Anyway
6 _Holding Back
7 _Tales Of A Lonesame Soul
8 _Still The Same
9 _Fake
10_Promised Land
11_Out Of Time
12_Rain

Web: http://www.theaddicted.net/
http://www.myspace.com/addictedrock

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close