Menu

Anche quest’anno in Italia il consueto tour natalizio dei NEW YORK SKA JAZZ ENSEMBLE

Hub Music Factory

presenta

XMASS SKA TOUR:
NEW YORK SKA JAZZ ENSEMBLE

24 dicembre | Roma | Init
25 dicembre | Nuvolari Club | Boves (CN)
26 dicembre | Live Club | Trezzo (MI) –
supporting Bluebeaters
27 dicembre | Auditorium Flog | Firenze

Come da tradizione tornano i New York Ska Jazz Ensemble per il loro tour natalizio!

I NYSJE sono l’esatto punto di incontro fra ska e jazz: hanno dello ska la freschezza e l’allegria, e soprattutto l’andamento ritmico in 4/4 tanto facile da assimilare e l’armonia del jazz..

Quattro serate all’insegna del divertimento!

Leggi il nome e capisci subito, senza tanti giri di parole, con che gruppo hai a che fare. Un gruppo di musicisti newyorkesi che si dedicano all’esplorazione di suoni e musiche a metà strada tra jazz e ska, tra la tradizione del jazz e i suoni del dance hall, del reggae, del rock stead. Un gruppo che, in tutti i dischi, pensa cover di classici del jazz rivedute e corrette alla luce della lezione del bluebeat. Un gruppo che diventa ensemble, supergruppo ska jazz, grazie alla presenza di artisti del calibro di “Rocksteady” Freddie Reiter (sax, voce), Rick Faulkner (trombone, voce) e Jonathan McCain (lead vocalist e batterista, insieme agli altri due proveniente dai Toasters), del chitarrista Devon James e del tastierista Cary Brown (entrambi membri dei leggendari Skatalites) e di Victor Rice (bassista degli Scofflaws). Nell’autunno del 1993, il gruppo prende parte al “Smash Skavoovee Tour”. Nato quasi per scherzo, New York Ska Jazz Ensemble diventa ben presto una solida realtà. E così, dopo un tour di 40 date nelle più grosse città americane, New York Ska Jazz Ensemble si ritrovano in studio. Il primo loro album (“New York Ska Jazz Ensemble”, del 1995), è stato fin da subito accolto con entusiasmo da critica e pubblico. Conteneva alcune rivisitazioni di classici del jazz di artisti come Charles Mingus, Thelonious Monk ed Eddie Harris, oltre che brani originali scritti dall’ensemble. Nel 1997 la band pubblica il secondo disco: “Low Blow”. Anche in questo lavoro il gruppo si confronta con alcuni classici del jazz (“Naima” di Coltrane, “Yo’ Mama” dei Crusaders) e dell’R&B (“Mr. Pitiful” di Otis Redding, “Teardrops from My Eyes” di Ruth Brown). Nel 1998 è la volta di “Get This”, dove, come sempre, propongono cover di jazz classics come “See Saw” di Steve Cropper, “Comes Love” di Les Brown e “Mood Indigo,” di Duke Ellington. Tutti e tre i dischi sono stati pubblicati dalla storica etichetta di ska newyorkese Moon. Nel 2001 New York Ska Jazz Ensemble hanno dato alle stampe “Live In Europe” con l’etichetta Tropic. Nel 2002 l’Ensemble ritorna in scena con un nuovo album, “Minor Moods”, pubblicato in anteprima europea sull’etichetta italiana Alternative Produzioni a metà dicembre.

www.myspace.com/nysje

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Close