Menu

Recensioni

Architecture In Helsinki – Moment Bends

2011 - Modular
pop/indie/synth

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Desert Island
2. Escapee
3. Contact High
4. W.O.W.
5. Yr Go To
6. Sleep Talkin'
7. I Know Deep Down
8. That Beep
9. Denial Style
10. Everything's Blue
11. B4 3D

Web

Sito Ufficiale
Facebook

È il paradiso del falsetto l’ultimo lavoro degli Architecture In Helsinki. Atteso da quattro anni dopo l’uscita di Places Like This del 2007, il nuovo disco della band australiana risulta decisamene più scarno e ripetitivo rispetto i precedenti lavori. Moment Bends è così farcito di pop e di effetti elettronici da soffocare tutti i piani sperimentati dalla parte canora. Traccia dopo traccia ci si trova a fare i conti con sintetizzatori molesti, voci distorte in delay, suoni elettronici e tutto quello che è stato dimenticato sul dancefloor anni ’80. Gli ingredienti di base non sarebbero male se non fosse che la loro combinazione si presenta puntualmente uguale a se stessa.

Il disco parte bene con Desert Island, pezzo ballabile dai confini ben definiti dalla drum machine e dal mood a tratti nostalgico. Segue Escapee che a parte qualche coretto sul finire della canzone non ha particolari cambiamenti di ritmo ma si blinda completamente dentro i suoni del sintetizzatore. Contact High è il singolo dell’album che ad un primo, ma anche ad un secondo, ascolto sembra essere un pezzo mancato di Mika. Dal suono più ricco è YR Go To che possiede una buona ritmica così come una diversa modulazione della voce, più profonda e senza falsetto. Reinserita nella tracklist è That Beep, edito come singolo già nel 2008, scelta che lascia qualche perplessità sull’orientamento musicale che ha accompagnato la band australiana durante la realizzazione dell’album.

In definitiva il disco procede in loop ripercorrendo schemi standardizzati e ritmi simili, poche tracce conquistano seriamente per la loro qualità , insomma manca l’esprit di Heart It Races. Difficilmente avvicinabili ai lavori precedenti.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=cKr9D9Js_Z4[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close