Menu

Recensioni

Dr. Panico – Ho Il Cuore In Erezione Part II

2011 - Diavoletto Netlabel
pop/electro/alternative

Ascolta

Acquista

Tracklist

1.Persone parallele
2.Stazione minore
3.Con un nome da criminale
4.Ffsto con te
5.La rozza magia della birra

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Ecco finalmente la seconda gamba di Ho il cuore in erezione. Il progetto devastante di Dr. Panico per salvare un mondo giunto sull’orlo di una guerra di razze, di impieghi, di botteghini, di cifre. Un tutti contro tutti che serve solo a tenere alta la confusione mentre il tarlo del dubbio gratta la corteccia per giungere al cuore.

Tenendo fede al discorso che lo vuole come un moderno Rino Gaetano fuso con Alberto Camerini, la seconda parte del lavoro di Dr. Panico è il completamento di un percorso a ritroso nel tempo ma prepotentemente affacciatosul futuro. Il “gioco” che ne viene fuori è un’analisi quasi sociologica che focalizza l’obiettivo sugli individui e quasi mai sugli ambienti. Un’integrazione del lavoro precedente e una conferma delle doti da divoratore di basi ritmiche nonché una prova di grande versatilità nel combina re il tutto con testi di un’ironia inarrivabile che andrebbe alla grande in un locale o sul palco di un festival, così come all’interno di un teatro di cabaret. Sintetici e, per così dire, poveri nelle strutture i brani sono soprattutto una narrazione musicata di vite che nessuno vorrebbe vivere e leggende delle quali tutti si vorrebbe far parte. Inestimabili tasselli da “quadro” come La rozza magia della birra e Stazione minore sono solo un perfezionamento di quanto di buono mostrato nella prima parte. Si avverte il senso della continuità e della compattezza, mai priva di fantasia, che contraddistingueva il lavoro precedente. L’ormai sdoganato utilizzo di sonorità vicine alle basi da software di computer anni ’80-’90 (Commodore 64 – Nintendo su tutti) fanno la loro bellissima figura nella leggera piece Con un nome da criminale. Stesso input, tuttavia molto meno marcato, in Ffsto con te, molto più curata n elle ritmiche.

Il tutto va a completare un quadro dipinto benissimo, semplice ma raffinato e dai toni giusti. Nessuna sbavatura, una sapiente e ispirata vena compositiva di chi sa quello che fa e lo fa con grande passione, qualcuno potrebbe anche vederlo come il disco perfetto.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=kLWN0kT12a8[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close