Menu

Il Venerdì

Il Venerdì di ImpattoSonoro #72: “In Iraq ammazzano gli emo: un po’ se la sono cercata”

Si tortura, e continuerà a torturarsi questa sadicissima rubrica dedicata fondamentalmente al nulla. Perché dopo una settimana e più di fatica, abbiamo bisogno di oziare, parlare di cose di cui parleremmo in un qualsiasi bar sport globale, o seduti su una panchina tra una trentina d’anni, ma più probabilmente anche prima. Oggi si parla ancora di emo, Iraq e Il Giornale.


I nostri amici de Il Giornale, come potete vedere dalla prima pagina qui sopra, sono molto preoccupati della situazione di terrore che i giovani ragazzi emo stanno vivendo in Iraq.
E in realtà lo siamo anche noi. Si contano circa un centinaio di ragazzi uccisi per lo stile di vita modaiolo ed immorale che hanno scelto: si parla di “adorazione del demonio”, di “strane ed immorali attività” (i pantaloni stretti, teschi e pettinature col ciuffo) ed ovviamente l’accusa di omosessualità.
Avremmo voluto scrivere qualcosa di un po’ più divertente in questo cappello introduttivo, ma ci siamo resi conto che non c’è proprio niente da ridere stavolta.
Siamo davanti ad un ennesimo crimine contro l’umanità e la libera espressione di ogni individuo, perciò per questa volta ci sentiamo tutti un po’ Emo e vi regaliamo una playlist a tema che affonda le radici nella musica “emo prima che diventasse scemo”.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close