Menu

Recensioni

N.O.I.A. – The Sound Of Love Ep + Released & Unreleased Tracks 1983-87

2012 - Spittle Records
electro/disco/wave

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Try & See
2. Do You Wanna Dance?
2. The Sound Of Love
3. Night Is Made For Love
4. Stay With Me
5. Forbidden Planet
6. The Rule To Survive (Looking For Love)
7. The Last Love Story
8. Journey To The Center Of Love
9. Rimini Midnight
10. From Sleep To Love
11. Stranger In A Strange Land
12. True Love
13. Umabaraumba
14. Quarta Parte

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Tra i primi nel panorama musicale italiano a farsi strada nella dorata italo-disco con i suoni dei nuovi alternativi inglesi, i N.O.I.A. di Bruno Magnani e Davide ed Alessandro Piatto riscuotono l’ ennesimo e ( forse) definitivo tributo di nuovo grazie alla Spittle records, che proprio ad inizio anno a confermarne l’ importanza storica li aveva inseriti nell’ antologia “New Wave Italiana 1980-86”, che con “The Sound Of Love Ep – Released & Unreleased Classics 1983-87” stila una scaletta con le ipotetiche migliori hit del trio, concentrandosi sul periodo nel quale erano legati alla Italian ed inserendo al suo interno tracce risalenti all’ EP “The Sound Of Love”, l’ unico materiale oltre ai singoli rilasciato a suo tempo, altre già comparse come singolo ed altre ancora del tutto inedite.

Scorrere ad una ad una di queste composizioni dimostra quanto giustamente fossero inflazionati ieri ed oggi ( in quest’ ultimo decennio non sono poche le compilation disco in cui sono stati inseriti), ma soprattutto quanto ci fosse bisogno di un buon compilatore che sapesse ordinare la loro parabola dalla A alla Z.
Più di ogni altro motivo la suddetta raccolta è imperdibile per gli amanti del genere perché dimostra la spiazzante poliedricità delle formazioni che suonavano la disco “all’ italiana”, con i N.O.I.A. indiscussi dominatori nel campo: la loro ricerca di ritmi ballabili ma originali li spingeva a trovare ispirazione dalle più disparate correnti musicali che in quegli anni o si stavano evolvendo oppure erano già sulla cresta dell’ onda.
Le loro coordinate sonore, abili nel calcare essenzialmente i Kraftwerk (The Rule To Survive (Looking For Love) ), spettri di Giorgio Moroder ( l’ analogia Rimini Midnight – Midnight Express, Do You Wanne Dance?) e della sua beniamina soul-pop Donna Summer ( Journey To The Center Of Love riprende Journey to the Centre of Your Heart), più qualche scaglia di funky nero, ben si amalgamavano con il loro status di esperti citazionisti nonché abili curatori della propria immagine, che si fa carico di non poche strutture Devo-luzioniste influenzando generazioni di adepti disco italiani e non.
Inoltre la prerogativa principale dei N.O.I.A., adottare i modelli suddetti senza snaturare la tipica vena balneare, faceva sì che molte delle riprese effettuate suonassero nuove, fresche, frizzanti, come nel caso di The Last Love Story, che da robotica performance synth-pop si trasforma in sensuale ed umana, oppure Stranger In A Strange Land, che oltre ad avere il mood cinico ed alienato del più oscuro pezzo disco sfodera inaspettatamente cori soul, sotto una nube di tedioso funk gay addicted.A suggellare il tutto vi è il frullato di Umbaraumba, unico singolo edito su Rose Rosse ( il gruppo come accennato rimarrà legato difatti alla storica Italian records), divertissement per lo più strumentale che è anche concreta testimonianza della ricerca di nuovi percorsi di fine anni ottanta, a differenza delle schematiche ma altrettanto lodevoli prime uscite.

Se quindi la precedente raccolta di Ersatz Audio “Unreleased Classics ’78-’82” mostrava la faccia inedita del trio, “The Sound Of Love…” a pieno diritto rappresenta il bignami essenziale, la chiave di volta per accedere nell’ universo eternamente estivo ed elettronico dei N.O.I.A..

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=w1ae5wz4RtM[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close