Menu

Recensioni

The XX – Coexist

2012 - Young Turks
electro/soul

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Angels
2. Chained
3. Fiction
4. Try
5. Reunion
6. Sunset
7. Missing
8. Tides
9. Unfold
10. Swept Away
11. Our Song

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Attorno all’uscita di “Coexist” ho individuato principalmente due filoni di pensiero: gli spocchiosi che urlano “grazie al cazzo, hanno fatto un album uguale a quello prima, sai che fantasia, sai che sballo” e gli annoiati con lo slogan “ma il ritmo, dove l’hanno lasciato?”.

Ci tengo subito a dire che nessuno ha ragione, ma neanche del tutto torto.
L’album è senz’altro in perfetto stile The XX, ma se lo si ascolta più di una volta (in cuffia, please) si apre un meraviglioso mondo di sonorità calde e ritmi dubstep ben strutturati, come nel singolo “Chained”.
Non riesco a concepire come ci si possa annoiare ascoltandolo, anche se per errore vi sembrasse il disco precedente, funziona lo stesso. È davvero illegale non ammettere quanto “Coexist” sia ben fatto e quanto si faccia ascoltare. Non soddisfatta, aggiungo anche che il ritmo più ovattato, o lento se vogliamo, rende il disco molto maturo e intimo.
Con intimo intendo che è perfetto per quei momenti in cui dal pugno chiuso una carezza nascerà (meglio se in compagnia). Provare per credere.
L’aura malinconia che gli XX fanno aleggiare sui brani viene smorzata in maniera super dall’alternanza voce maschile/femminile e dalle basi elettroniche che rendono il disco più “scopabile”.
Certo, è vero che, in alcuni frangenti ricordano molto Bjork e Adele, ma le ricordano in versione migliore e più in forma.

È un gran bel disco e, se il concetto non fosse passato, anche molto sexy, e c.d.v, solo le cose belle mi fanno pensare al sesso.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=_nW5AF0m9Zw[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close