Menu

Recensioni

The Kaams – Uwaga!

2012 - Area Pirata/Boss Hoss
garage/rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. carol
2. stop talkin
3. its up to you
4. what i want
5. come back home
6. i want more
7. the rhytm is you
8. just a little bit
9. no escape
10. whats the matter
11. stoned
12. one more chance

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Basta dare un’occhiata alla copertina di Uwaga! per capire il genere suonato da questa band proveniente da Bergamo: i ragazzi fotografati sullo sfondo scurissimo, i due squarci di bianco sopra e sotto sono un chiaro riferimento all’artwork di Boom dei Sonics.

Garage sixties, quindi: di pregevole fattura, ci teniamo ad aggiungere. I Kaams – qui al loro esordio dopo uno split 7” condiviso con The Monolitiks – in alcuni momenti si intrippano un po’ troppo con la filologia, riproponendo ostinatamente quella miscela di r’n’b anfetaminico, rock’n’roll e funk/soul bianchissimo come il latte che fece la fortuna – e la storia – di Gerry Roslie e soci; ma c’è un’energia tale in questa dozzina di canzoni che fa passare in secondo piano questo aspetto, peraltro già da sé piuttosto trascurabile se parliamo di garage rock. Inoltre sarebbe un errore madornale bollare i Kaams come semplici cloni di Sonics e Trashmen, poiché svariati elementi ed influenze concorrono ad arricchire il loro sound, primo fra tutte il beat (No Escape, Stoned, Stop Talkin) di gente come Pretty Things e Small Faces, l’irruenza del punk (Carol), il rock’n’roll alla Reigning Sound (la splendida It’s Up To You).

Insomma, insieme all’ultimo Peawees, Uwaga! (registrato agli ormai mitici Outside Inside Studio di Montebelluna) rappresenta uno dei migliori lavori di rock’n’roll selvaggio usciti recentemente nel nostro Paese.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=JI2RhIouTy4[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close