Menu

On The Road, di Walter Salles


Scheda

Titolo Originale: Id.
Nazione: USA, Francia, UK - 2012
Regia: Walter Salles
Soggetto: Jack Kerouac
Sceneggiatura: Jose Rivera
Produttore Esecutivo: Francis Ford Coppola
Produzione: American Zoeprope
Distribuzione (Italia): Medusa
Durata: 140’
Interpreti: Garrett Hedlund, Sam Riley, Kristen Stewart

Non andate al cinema per vedere se il film di Walter Salles è bello come il libro ‘On the road‘ di Kerouac: non lo è, non può esserlo. Il regista, che ha lavorato al progetto per ben otto anni, non voleva certo sfidare uno dei più immensi libri del Novecento, ma cercare di trasformare quelle parole scritte in immagini altrettanto pregne, per creare una pellicola che ne fosse all’altezza.

Il brasiliano Salles ci riporta alla fine degli anni ’40, ricostruendo alla perfezione le ambientazioni d’epoca, i costumi, le musiche. Le riprese degli esterni, delle infinite strade che da New York arrivano a Denver, e poi ancora in California, New Orleans e Louisiana, ci parlano della sete di scoperta, di conoscenza. Cambiano le stagioni, muta la luce, ma l’asfalto è sempre pronto ad accogliere le persone che bruciano di vita.
I protagonisti sono interpretati da giovani attori più o meno famosi; Garrett Hedlund è il dannato Dean Moriarty e Sam Riley (già visto nei panni di Ian Curtis in ‘Control’) è Sal Paradise, alter ego di Kerouac. Intorno a loro un ottimo cast dove spicca Kristen Stewart/Mary Lou, in grandissima forma; Kirsten Dunst interpreta Camille, la seconda moglie di Dean, e sulla strada incontriamo anche un criptico Viggo Mortensen e un pervertito Steve Buscemi.
Il ritmo della pellicola è sempre incalzante, l’ansia di vivere che travolge la Beat Generation culmina in Messico, in El Paraiso, un bordello che rappresenta il punto di non ritorno di un esistenza e di un’amicizia fondata su una dannazione che è destinata a svanire nel corso degli anni.

Il tempo che scorre tutto cambia e tutto trasforma, e Walter Salles ci offreWalter Salles un finale amaro, che ci fa uscire dalla sala malinconici, disillusi: le distanze sono incolmabili, ‘On the road‘ non parla della nostra generazione.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=_8f-60tEt4Y[/youtube]

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni Cinematografiche

Close