Menu

Recensioni

WinstonMcNamara – Stato Solido

2013 - Autoproduzione
rock/electro

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. La Fuga Del Cervello
2. Cocaina E Puttane
3. I Compagni Di Stanza
4. La Questione Orientale
5. Secondo Tempo
6. Fare Figli
7. La Gabbia
8. Altromondo
9. Dissertazione Assurda Su Antonella Clerici
10. Meno Di Un Grammo

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Il buon Winstonmcnamara from Wancona, all’anagrafe Francescopaolo Chielli, è uno di quegli strani esemplari di bipede che raramente capita di incontrare per strada o nella vita, dall’aspetto molto naif e disincantato ma dallo spirito di osservazione bello vivo e reattivo. Ed un personaggio simile che ha scelto di vivere ed apparire per quello che è, fottendosene di tutto e tutti, non può che sorprendere quando lo si sente raccontare tutta la merda che ci circonda con una lucidità davvero notevole e priva di fronzoli, giri di parole o metafore.

Entrando nel dettaglio, con questo nuovo lavoro l’irsuto e brizzolato marchigiano compie un deciso passo in avanti rispetto al precedente “Amore e iodio”, con suoni asciugati e ripuliti del superfluo e che traslocano così da un pop rock un po’ forzato ed esibizionista ad un elettro-rock meno invasivo ed orecchiabile ma certamente più consono a testi assai più a fuoco, incisivi e social. “Stato solido” appare cioè più sentito e necessario rispetto ad un esordio che, al contrario, dava l’impressione di essere dettato quasi esclusivamente dalla voglia di dimostrarsi indipendente dal recente passato a marchio Yuppie Flu.
Qui Winston ci mostra tutta la sua abilità nel descrivere e descriversi, alternando dileggio e sarcasmo a momenti più seri ed intimi come testimoniano pezzi quali “Cocaina e puttane”, ironico ma fedele ritratto di una persona non tanto alta e che da quasi 20 rappresenta il popolo italiano (quello che non lo vota mai nessuno, per intenderci), “Secondo tempo”, ritmato e grigio ritratto della vita da migrante in Italia by Full Vacuum, “Dissertazione assurda su Antonella Clerici”, che non necessita di alcun ulteriore commento ed infine l’eccellente “Meno di un grammo”, intima e sentita riflessione sullo stare meglio con meno cose, pretese, ambizioni.
In anni in cui le priorità ed i riferimenti sono (A CASO): apparire sempre più giovani e belli, lo smartphone più evoluto possibile (acquistato a rate ed utilizzato unicamente per fb, meteo e apps del cazzo), i suv, i modà, la santan(de)chè, le ricette, i talent, il dire tutto ed il contrario di tutto per poi negare di averlo mai detto o vantarsi di essere stati i primi a farlo, il prendere/si troppo sul serio,….

Ecco, quando capita di fronte e soprattutto in cuffia un personaggio come Winstonmcnamara non si può che gioire e tirare un sospiro di sollievo perché non tutto è compromesso, c’è ancora una speranza. Cribbio!

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

Close