Menu

Speciali

[Anteprima Streaming]: ROOTWORKERS – Rootworkers

rootworkers850x445

I Rootworkers arrivano da Vercelli, si formano nel 2014, ma le loro radici sono molto più antiche. Rootworker è infatti il tipico ociante del culto Hoodoo e come questi stregoni che lavorano su radici (e quindi sulle origini di qualcosa) per portare maledizioni e cure alla popolazione anche i Rootworkers fanno la medesima cosa.

Provenienti da realtà completamente dierenti tra di loro i componenti della band decidono di mescere in un’unica formula tutto ciò che li caratterizza, musicalmente e artisticamente. FabioMarco Ferragatta (voce) giunge dallo spazio obliquo degli ETB e di gabbiainferno, Matteo Giammarinaro (batteria, voce) dal folkerismo più spinto del Reparto numero 6, Vittorio Ranghino (basso) è stato parte della leggenda punk denominata Le Croste e Rusty Roach (chitarra, voce) ha saggiato doppibassi e distruttività nei Bimbinbrodo e cavalcato le onde nei The Maleducatones. Tutto questo disastro originario dà i natali ad uno stoner’n’roll che sa di sabbia e desolazione della pianura, violento e consacrato alla spinta più violenta del rock’n’roll

In anteprima assoluta l’omonimo album di debutto dei vercellesi Rootworkers, in uscita questo mese su Electric Cave Records.

Lo trovate qui sotto, buon ascolto (qui la nostra recensione)!

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Articoli correlati

Close