L’unico concerto del 2015 i TOOL lo fanno mascherati da Led Zeppelin

tool-ledzeppelin

Se non puoi essere te stesso, diventa qualcun altro. Questo potrebbe essere uno slogan perfetto per descrivere il momento dei Tool. La band di Maynard James Keenan non riesce a trovare uno sbocco decisivo per dare seguito all’ultimo album di inediti registrato ormai nel lontano 2006, “10,000 Days”, così, complice la festività di Halloween, così sentita sul suolo statunitense, la band ha regalato ai propri fans l’unica gioia del 2015, un’esibizione dal vivo in maschera. “Good news, it’s fucking Halloween! Bad news, we are not Led Zeppelin”.

Il gruppo si è presentato sul palco dell’evento Monster Mash, nella cittadina statunitense di Tempe, nei panni dei Led Zeppelin, con tanto di parrucche e costumi d’epoca, per eseguire dal vivo il brano “No Quarter“, dal quinto album della band inglese, “Houses Of The Holy”. I Tool hanno anche trovato lo spazio per inserire nell’esibizione brani del proprio repertorio, come una versione estesa del possibile nuovo brano per ora intitolato “Descending” e “Stinkfist” più uno dei cavalli di battaglia del gruppo, che non veniva eseguito da tempo: “The Grudge“.

Condividiamo con voi un video amatoriale dell’evento con un estratto dall’esecuzione di “No Quarter“, cover del brano originariamente inciso dai Led Zeppelin e presente in “Salival” del 2000.

Went as Rupert Plant of Fred Zepplin last night.

Una foto pubblicata da Puscifer & Caduceus (@puscifer) in data:

La setlist della serata:

No Quarter (Led Zeppelin cover)
Play Video
The Grudge
Play Video
Parabol
Parabola
Opiate
Schism
Ænema
“Jam/Descending”
Jambi
Forty-Six & 2
Vicarious
Stinkfist

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi