Recensioni

Gnarwolves – Adolescence

2015 - Big Scary Monsters
punk-rock

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. The Waiting Line
2. Daydreamer
3. Blondie
4. Bad Dreams

Web

Sito Ufficiale
Facebook

I giovani lupi di Brighton hanno pubblicato il loro nuovo EP “Adolescence” il 13 novembre 2015, a poco più di un anno dal loro primo vero full length “Gnarwolves” che ha registrato critiche positive nella comunità punk e che ha permesso ai tre giovani di girare l’Europa in lungo e in largo, fino ad arrivare in Australia nel prossimo dicembre.

“Adolescence” è una manciata di minuti di punk rock e dinamite pura; quello che rende gli Gnarwolves atipici e assolutamente nuovi è la totale assenza di struttura che contraddistingue le loro canzoni, il cui primo ascolto risulta spesso complicato, ma una volta entrate non rischiano mai di essere demodé.

Il tema che guida le quattro tracce è la totale dispersione delle nuove generazioni in questo mondo, “The Waiting Line” – primo singolo pubblicato il 25 settembre scorso – è un concentrato in due minuti di significato, hardcore, melodia e breakdown, mentre “Daydreamer” è un esatto ibrido tra una canzone vagamente in stile old Green Day che vira verso la fine in una successione di accordi simile al melodic hardcore dei NOFX, due influenze del trio inglese.

Le ultime due canzoni sono in realtà legate, perché “Blondie” non è che una malinconica ballad acustica cantata con una calata che ricorda in certi momenti quella di Ian Curtis; la canzone vera e propria comincia sull’ultimo accordo ed è “Bad Dreams”, forse la più “costruita” per lo stile Gnarwolves e infatti la meno convincente dell’EP.

Se c’è una speranza per il punk rock, essa è negli Gnarwolves.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi