Recensioni

Lebowski – Disadottati

2015 - Autoproduzione
electro-punk

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Rent to Buy
2. Il Cielo e? Sempre Meno Blu
3. Il Tagliateste
4. El Salvador Offshore
5. L’Incapiente
6. X
7. Una Vita Disarmata (Signor Costa! Pt 1)
8. Signor Costa! Pt 2

Web

Sito Ufficiale
Facebook

Synth, basso, batteria, chitarre, distorsione e disagio: le componenti fondamentali dei Lebowski (e problemi economici, pare). Cominciano con Rent to Buy e sembrano essere votati alla sola parte strumentale per tre minuti, con riff costanti e alienanti, quando arriva la voce: racconta di buste paga che finiscono troppo presto e di soluzioni alternative non esattamente canoniche.

Continuano con dei testi assolutamente “normali”, che riescono a darci uno spaccato della realtà giovanile attuale molto più di tanti che ci provano troppo. Non serve poesia, la voce spesso prova ben poco a dare una melodia, eppure è facile rimanerne un ipnotizzati, sono uno spaccato di un’Italia che difficilmente si vede raccontare.

Spaziano tra generi musicali, dal beat spinto di X all’electro pop de L’Incapiente allo stile di El Salvador Offshore (con un basso squisito che regge tutto), mantenendo una buona dose di ritmo e suoni distorti dappertutto. Ci sono tantissimi rimandi più o meno espliciti alla musica italiana, negli stili, nei testi e nei titoli. Sembrano poco costanti, barcollanti nella loro stessa musica, ed invece dimostrano pezzo per pezzo di sapere esattamente dove vogliono arrivare e di avere tutto in regola per farlo.

Difficile definirli incisivi su larga scala, non rimarranno mai impressi nella testa di tutti (anche se qualcuno, come il sottoscritto, potrebbe esserne attratto dal primo ascolto). Sembrano affrontare la vita e la musica con un po’ di apatia, figli di un tempo dove in fondo è importante far sentire la propria voce ma forse anche no. Sono in realtà geniali, se si riesce a fare un piccolo balzo in più e comprenderli: musicalmente estranei all’abitudine, con testi che parlano del reale più di quanto riusciamo ad immaginare. Piccole perle da valorizzare.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi