AC/DC: i dottori fermano il tour per “Rock Or Bust”. Problemi di salute per Brian Johnson

 

AcDc-750x480

Non finiscono i problemi per gli AC/DC, che oltre a doversi confrontare quotidianamente con le vicende poco chiare, dal punto di vista legale, legate al batterista Phil Rudd, si vedono, adesso, obbligati da interrompere il tour su terra statunitense per la promozione del loro ultimo album, “Rock Or Bust“, in seguito al parere poco rassicurante dei medici sullo stato di salute del frontman, Brian Johnson.

Il cantante australiano, entrato nel gruppo nel lontano 1980 per sostituire Bon Scott, rischierebbe la sordità permanente nel caso in cui dovesse continuare ad essere esposto agli impressionanti volumi dei live degli AC/DC. La band aveva in programma un concerto al Madison Square Garden nella giornata di domani, ed uno nella città di Atlanta il giorno seguente, tutti e due sospesi e rinviati a data da destinarsi entro la fine di quest’anno, anche se, al momento, non è chiaro se sul palco salirà ancora Brian Johnson.

L’entourage degli AC/DC ha già pianificato tutti gli steps per i rimborsi dei biglietti nel caso in cui il resto del tour, composto da altre dieci date da qui fino alla prima metà di aprile, dovesse essere annullato. Possibilità, questa, non così remota.

 

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi