È morto SCOTTY MOORE, chitarrista storico di ELVIS PRESLEY

M0014490803--605039

Da “Blue Suede Shoes” a “Heartbreak Hotel“, tutti questi brani storici di Elvis Presley hanno un unico denominatore comune: alla chitarra c’era Winfield Scott Moore III, detto “Scotty“. Un’eredità enorme lasciata all’indomani della sua morte avvenuta all’età di 84 anni, in seguito ad un improvviso peggioramento delle sue condizioni di salute. Scotty Moore aveva conosciuto Elvis Presley a metà degli anni 50′, quando i due, tramite l’impresario Sam Phillips, entrarono in studio di registrazione per produrre “That’s All right (Mama)“. Moore, insieme al bassista Bill Black, ed al batterista D.J. Fontana, mettono in piedi i Blue Moon Boys, un ensemble che con Elvis Presley produrrà praticamente tutta la storia del rock di quegli anni, con pezzi come “Mistery Train“, “Hound Dog“, “Jailhouse Rock” e tantissimi altri classici della musica statunitense contemporanea. Lungo tutta la sua carriera Moore ha lavorato con il “gotha” della musica internazionale, grazie alle collaborazioni con artisti come Ringo Starr, Jeff Beck, Keith Richards e molti altri. Nel 2000, Scotty Moore, fu introdotto nella Rock And Roll Hall Of Fame.

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi