Recensioni

Egreen – More Hate

2016 - Pluggers
hip-hop

Ascolta

Acquista

Tracklist

1. Smooth Operator
2. Bene così
3. Sposato Pt. II
4. Bataclan
5. Milano Roma pt. II (feat. Er Costa)
6. Mic Check 
7. Xerox (feat. Nex Cassel)
8. Meglio di scopare
9. Sognatori (feat. Claver Gold e Albe Ok)
10. Show and prove (feat. Virus Syndicate)
11. Soldiers (feat. Attila) 
12. Comune denominatore 
13. Captain Futuro (One Take Lyrical Excercise Remix)
14. Christian Rap (One Take Lyrical Excercise Remix)


Web

Sito Ufficiale
Facebook

Un album d’amore. Ecco cos’era sotto sotto “Beats & Hate” e cos’è a maggior ragione “More Hate”, una sorta di sequel tutto incentrato sulla passione viscerale di Fantini verso il rap, un sentimento vissuto con possessività, intolleranza e maniere decise & spicce.

Egreen non si sposta dunque di 1 millimetro da quello che è sempre stato, è e senza ombra di dubbio sarà, ossia un integralista della barra, uno che predilige la sostanza alla forma, uno che da anni segue con coerenza un percorso chiaro e ben definito.
E quindi come d’abitudine zero contenuti o quasi, nessuna ambizione da comunicatore ne tanto meno da predicatore, ma solo tanta tanta fotta, un flow come sempre salta otturazioni e valorizzato alla grandissima da strumentali grasse e groove dotate.

La sola vera novità rispetto al precedente “Beats & hate” sono le tante collaborazioni sia come featuring che versante produzioni, eterogeneità assai spinta ma sempre ben calibrata e che conferma la tecnica, la personalità e la costanza di rendimento di Fantini.
Sentire per credere “Bene così”, “Meglio di scopare” e soprattutto “Comune denominatore”.

Certezza stra assoluta!

Piaciuto l'articolo? Diffondi il verbo!

Altre Recensioni

www.impattosonoro.it utilizza i cookies per offrirti un´esperienza di navigazione migliore. Usando il nostro servizio accetti l´impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più | Chiudi