Impatto Sonoro
Menu

Archivio per Febbraio, 2013

DEATH GRIPS: due date in Italia a maggio

Due date a maggio a Roma e Milano per i Death Grips il duo più potente e originale degli ultimi anni, che nel 2012 ha totalizzato ben 34 milioni di download, divenendo così la band più scaricata dell’anno Reduci dalle Infuocate performance al Coachella e al Big Day Out e dopo un lungo tour i […]

Itch – Manifesto Pt 1 (How to Fucking Rule At Life)

Si chiama Jonny Fox (in arte Itch) e non ha timore alcuno di mostrare tutta la sua ambizione, con un Ep d’esordio intitolato “Manifesto Pt 1 (How to Fucking Rule At Life)”, nel quale l’ex leader della compagine punk/ska/folk The King Blues ha condensato un intenso e provocatorio mix di rap, dubstep e reggae, impregnato […]

Tygers Of Pan Tang – Ambush

I Tigers Of Pan Tang affondano le loro radici nella corrente più classica e pura dell’Heavy Metal britannico, la New Wave of British Heavy Metal (NWOBHM), la stessa che vede nelle sue fila gruppi del calibro di Iron Maiden e Judas Priest, se quindi non ne sapete abbastanza e avete intenzione di farvi una cultura […]

FOO FIGHTERS: nuovo album in arrivo

In occasione dei Brit Awards, il buon Dave Grohl ha annunciato alla stampa britannica che tornerà al più presto a Los Angeles per iniziare a lavorare sul nuovo album dei suoi Foo Fighters. Nessun altro dettaglio a riguardo, ma pare ormai chiaro che dopo il periodo di pausa intrapreso dopo l’ultimo tour i Foo Fighters […]

Intervista agli UNDERDOG

Gli Underdog escono con Keep Calm, il loro secondo lavoro nel novembre 2012 con etichetta Martelabel. La band, il cui nome si ispira alla biografia di Mingus “Beneath the Underdog”, a tre anni dal primo lavoro Keine Psichotherapie spiazza tutti con il suo eclettismo e l’unione di sonorità jazz e la forte impronta personale dei singoli componenti. Il gruppo nasce e si evolve in “forma aperta” con continui apporti, evoluzioni, collaborazioni e rivisitazioni. Abbiamo chiesto a loro di parlarci di questa avventura.

Local Natives – Hummingbird

Rispetto al debutto del 2009 “Gorilla Manor”, la formazione statunitense cambia piuttosto sensibilmente direzione mollando un po’ la presa indie folk per abbracciare atmosfere più varie e votate ad un pop rock piacevole ed elegante, anche se non originalissimo. Ma pur cambiando modus operandi, non mutano i pregi ed i difetti già evidenziati dai Nativi […]