Impatto Sonoro
Menu

Back In Time

“Holy Wood”, la lenta marcia dell’oscura valle della morte

Ascoltare oggi il quarto album di Marilyn Manson ci mette davanti ad una musica diversa da quella odierna: follia demoniaca, rabbia, violenza, droga, sesso tutto dentro a quel rock selvaggiamente oscuro.

Goodie Mob: cibo per l’anima dal profondo Sud degli Sates

Goodie Mob

Mi piace pensare che la mia anima avesse bisogno di essere nutrita più di altre, ed è per questo che non sono mai riuscito a reputare meno che imperdibile l’invito a sedersi alla tavola dei Goodie Mob.

“The Ascension”, l’inevitabile decostruzione della realtà

Glenn Branca

In una dimensione urbana e frenetica, incubo Langhiano del lontano Metropolis divenuto realtà, l’unico antidoto può essere solo la decostruzione. La tabula rasa. Glenn Branca funge da canale tra ciò che non abita questo mondo ma che cerca di arrivarci con messaggi di avviso.

Grida che bruciano il silenzio: 20 anni di “The Battle Of Los Angeles”

Al limitare della fine del secolo i Rage Against The Machine raccolgono tutta l’acredine, l’astio, gli scontri, le sconfitte, ma in fondo anche le vittorie, le mescolano e danno vita alla Battaglia Finale.

“Necroticism”: uno straordinario mostro di Frankenstein death metal

Carcass

Riff allucinanti, cambi di tempo improvvisi, brandelli di melodia, rigurgiti grindcore, tessiture chitarristiche sopraffine e succosissimi echi classicheggianti: un repellente mostro di Frankenstein che con i Carcass divenne un essere straordinario.

“Enter The Chicken”, ovvero il proverbiale coniglio dal secchiello

Assurdo, magistralmente tecnico, ma allo stesso tempo originale e melodico: quando si ha la versatilità artistica di questo gigante riccioluto dalla faccia celata, puoi fare quello che vuoi con la musica.