Cinema

La categoria contiene 258 articoli

Cattive Compagnie, di Curtis Hanson

Cattive Compagnie, di Curtis Hanson
-

Michael, analista economico di una prestigiosa società di Los Angeles, durante una notte passata in un locale alla moda, fa la conoscenza di Alex. Il nuovo amico, che inizialmente sembra un confidente con il quale poter parlare di tutto, si rivela essere in realtà un pericoloso personaggio. Quando Michael si accorgerà che i consigli e gli aiuti di Alex stanno degenerando in qualche cosa di estremamente pericoloso deciderà di liberarsene trovando dalla parte opposta tutto tranne che un ottimo amico.

The Grand Budapest Hotel, di Wes Anderson

The Grand Budapest Hotel, di Wes Anderson
-

Già ci mancava, Wes. Soltanto due anni fa usciva il suo Moonrise Kingdom, e faticavamo quasi a ricordarci quale fosse il denominatore comune dei suoi film, quel fattore che ci ha fatto sognare in loop con Suzie Bishop e i fratelli Tenenbaum. Ma certo, è la singolarità stilistica del regista: è la simmetria dell’inquadratura, è […]

Fuoco Amico – La Storia di Davide Cervia, di Francesco Del Grosso

Fuoco Amico – La Storia di Davide Cervia, di Francesco Del Grosso
-

Davide Cervia, un operaio specializzato residente con moglie e figli a Velletri, un giorno di settembre del 1990 scompare nel nulla senza apparenti spiegazioni. Questa è la storia di una vita svanita nel nulla, ma mantenuta vivida e presente nei ricordi della moglie Marisa e dei suoi famigliari.

Gli Amori Folli, di Alain Resnais

Gli Amori Folli, di Alain Resnais
-

Con Gli amori folli, Resnais ci stupisce due volte. Non solo ci dimostra che a ottantasette anni si possono fare ancora follie (è proprio il caso di dirlo, considerato il titolo), ma riesce persino a raccontare queste follie con lo spirito anarchico di un ragazzino.

La Deutsche Vita, di Alessandro Cassigoli e Tania Masi

La Deutsche Vita, di Alessandro Cassigoli e Tania Masi
-

Massimiliano è un ragazzo che passa metà dell’anno a fare l’impiegato e il resto della stagione a Berlino rincorrendo il suo sogno: diventare attore. Oltre a quella di Massimiliano ci sono altre storie da raccontare all’ombra della Porta di Brandeburgo; storie di persone che hanno lasciato la madre patria per diventare ristoratori, imbianchini, registi di documentari o semplicemente emigranti sul suolo tedesco.

Ida, di Pawel Pawlikowski

Ida, di Pawel Pawlikowski
-

Polonia, anni ’60. Ida, orfana polacca, è pronta. Non molto e diventerà suora nel convento dove ha trascorso l’infanzia. Ma, prima che compia una scelta cosí radicale e importante per la sua vita, la superiora vuole che Ida trascorra del tempo insieme alla sua unica parente viva, la sorella di sua madre.



News